12 domande che i manager dovrebbero porre ai propri dipendenti per guidarli bene

Uno dei modi migliori per imparare a gestire i tuoi dipendenti è porre loro domande. Se poni le domande giuste, saprai cosa motiva i tuoi dipendenti e quali sono i loro obiettivi. Puoi quindi utilizzare queste informazioni per gestirle in modo più efficace e aiutarle ad avere successo nel loro lavoro.

Per aiutarti a capire quali domande porre, 12 leader aziendali del Young Entrepreneur Council (YEC) rispondono a una questione propria:

Qual è una domanda ogni manager Dovrebbero chiedere ai loro dipendenti per conoscerli, come gestirli e come aiutarli ad avere successo?

Queste domande possono aiutarti a essere il miglior manager possibile, scatenando anche il potenziale dei tuoi dipendenti.

1. Qual è l’aspetto più significativo del tuo lavoro?

L’unica domanda che faccio sempre ai miei dipendenti è:” Qual è l’aspetto più significativo del tuo lavoro? ” Le risposte possono essere sorprendenti. Come manager, ti dà una visione preziosa di ciò che motiva i tuoi dipendenti e ti aiuta a assicurarti che le priorità di lavoro siano allineate. Se la risposta non corrisponda alle tue aspettative, ti dà l’opportunità di farlo Correzione del corso con i membri del tuo team. ” ~ Mark Stallings, Casely, Inc

2. Come ti senti per le cose?

Una domanda super vaga come ‘Come ti senti per le cose?’ Apre la porta per consentire al tuo dipendente di darti i loro pensieri su qualunque argomento possa essere in mente. Iniziare una conversazione come questa mette la direzione della conversazione nelle mani del dipendente. Se sono preoccupati per qualcosa, puoi affrontarlo. Sono felici di qualcosa, puoi festeggiarlo con loro. ” ~ Tony Scherba, Yeti

3. Come potrebbe essere migliorato il flusso di lavoro?

Una cosa che un manager può fare è chiedere se il dipendente ha qualche suggerimento che potrebbe migliorare il flusso di lavoro. Le persone hanno conoscenza di strumenti e processi che non appariranno necessariamente su un curriculum. Quando chiedi un aperto-Domanda terminata in cui il tuo dipendente riesce a condividere le loro idee, impari di più su di loro. E puoi aiutarli a fare di meglio dando loro gli strumenti e le opportunità di cui hanno bisogno. ” ~ Syed Balkhi, wpbeginner

4. Quali blocchi stradali stai affrontando?

La domanda” Quali blocchi stradali stai affrontando? ” è una domanda ingannevolmente semplice che rivela molto su come pensano alla dinamica dei dipendenti-manager, a ciò che considerano impegnativi, a come è il loro stile di risoluzione dei problemi, in che soluzioni non funzionavano e dove puoi intervenire per aiutare loro fuori. ” ~ Sean Harper, Kin Insurance

5. Cosa speri di ottenere nella tua carriera?

Una domanda chiave da porre è:” Cosa speri di ottenere con questo prossimo passo nella tua carriera? ” La quantità di persone a cui non è mai stata posta questa domanda è sbalorditiva. Questa semplice domanda ha aperto incredibili opportunità ai membri del team di espandere le proprie responsabilità e aprire la loro volontà di ricevere feedback. ~ Steven Knight, Mosaic Home Services Ltd.

6. Quali sono i tuoi interessi e hobby?

Mi piace chiedere ai membri del mio team i loro interessi e hobby di mostrare un vero interesse per la loro vita al di fuori del lavoro. Quando i dipendenti sentono di essere compresi e apprezzati, può aiutarli a farli sentire più a proprio agio e fiduciosi, rendendoli così successo. ” ~ Kristin Kimberly Marquet, Marquet Media, LLC

7. Cosa ti ispira?

Chiedi ai tuoi dipendenti”, cosa ti ispira? ” Questa domanda dovrebbe aprire una discussione piuttosto ampia che ti consentirà di conoscere meglio i tuoi dipendenti, capire la migliore strategia di gestione per impiegare con loro e scoprire i modi in cui possono crescere all’interno dell’azienda. ~ Andrew Schrage, Money Crashers Personal Finance

8. Quali sono le tue aspirazioni?

Una domanda che ogni manager dovrebbe porre ai propri dipendenti per conoscerli, gestirli e aiutarli ad avere successo è” Quali sono le tue aspirazioni? ” Quando aiuti i dipendenti a raggiungere i loro obiettivi personali o professionali, saranno più motivati ​​ad aiutare a raggiungere anche gli obiettivi dell’azienda. ~ Alfredo Atanacio, uassist.me

9. Cosa posso fare per aiutare?

La migliore domanda che puoi porre ai tuoi dipendenti è semplicemente, ‘Cosa posso fare per aiutare?’ Questa domanda semplice e aperta incoraggia i dipendenti a parlare dei loro dolori e obiettivi. Puoi prendere queste informazioni e sviluppare un piano di successo per ciascun membro del team. ” ~ John Brackett, Smash Balloon LLC

10. Cosa o chi puoi non vivere senza?

Chiedi ai tuoi dipendenti, ‘Qual è una cosa o chi è una persona senza la quale non puoi vivere?’ Ciò determinerà dove si trovano il cuore e la passione di questa persona. Questo è il modo perfetto per sapere cosa e chi è più importante per una persona. Conoscendo queste cose, sarà facile incoraggiare, ispirarle e motivarle a lavorare di più ogni giorno. ” ~ Daisy Jing, Banish

11. Qual è stata la tua più grande vittoria?

Chiedi ai dipendenti quello che ritengono sia la loro più grande vittoria il mese scorso o quest’anno. Le risposte che ti danno ti sorprenderanno e li saprai meglio. Ciò che apprezzano come il loro più grande successo potrebbe non essere uguale al tuo sistema di valori. Incoraggia questa differenza e guarda come si espandono. Quindi, in un secondo momento, chiedi loro di nuovo quale sia la loro più grande vittoria. Questa pratica diventa motivante e produce risultati. ” ~ Matthew Capala, alfametico

12. Come navighi nel conflitto?

Questa domanda arriva direttamente alla parte più impegnativa del lavoro o della gestione di qualcuno. Alcuni dipendenti sono contrari al conflitto, mentre altri entrano in conversazioni. Comprendere dove ogni individuo si trova con il conflitto aiuta a valutare il proprio Livello di comfort nella comunicazione, affrontare sfide e agire. ~ Matthew Podolsky, Florida Law Advicers, P.A.

Video:12 domande che i manager dovrebbero porre ai propri dipendenti per guidarli bene

Reviews

Related Articles