Come affrontare l’ansia al lavoro

L’American Psychological Association (APA) definisce l’ansia come “un’emozione caratterizzata da sentimenti di tensione, nervosismo o disagio, in genere su un evento imminente o qualcosa con un risultato incerto.

Viviamo in tempi più incerti e che aumenta l’ansia nelle nostre vite, ma soprattutto nella nostra vita lavorativa.

Basato su un sondaggio della ansia Disorders Association of America, mentre solo il 9% delle persone vive Con un disturbo d’ansia diagnosticato, l’esperienza del 40% di stress o ansia in corso nella vita quotidiana, pensieri preoccupati e cambiamenti fisici come un aumento della pressione sanguigna.

È importante conoscere la differenza tra normali sentimenti di ansia e ansia Un disturbo d’ansia che richiede cure mediche che può aiutare una persona a identificare e trattare la condizione.

I sintomi del disturbo d’ansia generalizzato (GAD) includeranno spesso:

  • Irrequietezza e una sensazione di essere” On-Edge
  • Sentimenti incontrollabili di preoccupazione
  • Aumento irritabilità
  • Difficoltà di concentrazione
  • Difficoltà del sonno, come i problemi nella caduta o nel rimanere addormentati

L’American Psychology Association descrive una persona con disturbo d’ansia come” avere pensieri o preoccupazioni invadenti ricorrenti. Una volta che l’ansia raggiunge lo stadio di un disturbo, può interferire con la funzione quotidiana. È importante sapere se la tua ansia è generale o forse un disturbo, che dovrebbe includere una valutazione medica.

Ansia sul posto di lavoro

L’ansia al lavoro soprattutto in questi tempi attuali porta sfide che incidono su tutti i nostri attuali dati demografici sul luogo di lavoro e la diversità della forza lavoro. Le generazioni nella nostra forza lavoro attuale rappresentano Baby Boomer, Gen X, Millennials e Genz, che abbraccia dai 70 ai 20 anni. Sono più istruiti, diversi e portano abilità diverse e importanti sul tavolo. Si prevede che le donne continueranno a guadagnare quote, passando dal 46,8 per cento della forza lavoro nel 2014 al 47,2 per cento entro il 2024.

Possiamo aiutarci a vicenda a superare le nostre ansie sostenendo a vicenda e condividendo le nostre esperienze di come li abbiamo superati. L’ansia è un’emozione umana che viene innescata da così tanti fattori personali e professionali. Indipendentemente da ciò, abbiamo bisogno di idee, strumenti e suggerimenti concreti e solidi per aiutarci a gestire la nostra ansia ed emozioni.

Cercare di convincerti a smettere di essere ansioso quando ti senti ansioso è un po ‘come dirti di addormentarti quando hai l’insonnia-non funziona. Allora cosa fa?

Affrontare l’ansia quando sei al lavoro e si prevede di esibirti al meglio può essere particolarmente impegnativo.

Sia che ti preoccupi di qualcosa di specifico, come una scadenza imminente, o hai solo una sensazione senza forma di terrore, potresti dirti qualcosa in questo senso: “Devi ottenere Torna al lavoro, smettila di preoccuparti, smetti di ossessionare, riavere la testa in gioco e concentrati solo!

Più facile a dirsi che a farsi.

Come affrontare l’ansia al lavoro

Fidati dei tuoi sentimenti

Hai sperimentato un attacco d’ansia al lavoro e ricordi come Ti sei sentito? Troppi di noi non sentono che i sintomi mentali siano reali come quelli fisici. Pensare che i problemi di salute mentale siano, in qualche modo, non reali come quelli fisici non è raro. Quest’anno, milioni di utenti di Internet hanno chiesto a Google se la malattia mentale è reale e Internet abbonda di campagne di sensibilizzazione pubblica da parte del governo e le organizzazioni senza scopo di lucro che rispondono con un clamoroso disturbo d’ansia “Sì!

, gravi condizioni mediche-altrettanto reali e gravi come i disturbi fisici come le malattie cardiache o il diabete “, scrive l’ADAA.

I disturbi d’ansia sono i disturbi mentali più comuni e pervasivi negli Stati Uniti.” Il National Institutes of Health (NIH) riferisce che fino a 5 americani su 5 sono colpiti da disturbi d’ansia.

Non preoccuparti di essere licenziato

Una parte importante di avere un attacco d’ansia sul posto di lavoro può essere la paura che verrai licenziato. La buona notizia è: probabilmente non lo farai. La paura di lasciarsi andare è spesso un segno distintivo dell’ansia sul posto di lavoro. Ma se il tuo peggior scenario “what if” si avvera, la legge è dalla tua parte.

L’Americans with Disabilities Act (ADA) è progettato per proteggere i dipendenti come te dalla discriminazione sul lavoro; Quindi, se dici al tuo datore di lavoro che hai una “menomazione fisica o mentale” duratura, sono richieste, per legge, non solo per tenerti acceso, ma anche a fornirti “alloggi ragionevoli”. Come spiega l’ADAA, il tuo datore di lavoro non può licenziarti o rifiutarti di assumerti, se sei qualificato per il lavoro e la tua invalidità ti impedisce di svolgere compiti “non essenziali” per il lavoro.

Lavora con l’ansia, non contro di essa

Steven Hayes, autore di 46 libri e oltre 600 articoli scientifici, professore di psicologia clinica all’Università del Nevada a Reno, Un uomo che non è estraneo agli attacchi di panico, sostiene un modo più auto-compassione e auto-accettante di affrontare l’ansia. In effetti, il Prof. Hayes è il fondatore di una delle forme più recenti e innovative di terapia comportamentale cognitiva, chiamata terapia di impegno di accettazione (ACT). Questa forma di terapia inizia con l’accettazione e l’osservazione non giudicante di pensieri negativi e si sposta verso il portare il cliente nel momento presente e aiutandoli a condurre una vita significativa.

Rendi stress il tuo amico

In linea simile, lo psicologo della salute e il famoso oratore di fama mondiale Kelly McGonigal fa il caso di un ripensamento positivo di stress. Spiega, non è tanto lo stress stesso che è dannoso, quanto il modo in cui ci pensiamo.

Invece di vedere lo stress come il tuo nemico, puoi renderlo tuo amico e lavorare per te. Lo stress e l’ansia non sono altro che un segno che ti importa di qualcosa, e questa cura può essere modellata in qualcosa che migliora selvaggiamente le tue prestazioni invece di inibirla.

Dice che questi 3 passaggi ti aiutano a far funzionare l’ansia per te:

  • Riconosci lo stress quando lo si sperimenta e lasciati notare lo stress, incluso come esso colpisce il tuo corpo.
  • Accolgo lo stress riconoscendo che è una risposta a qualcosa a cui tieni., Quindi cerca di connetterti alla motivazione positiva dietro lo stress. Scopri cosa c’è in gioco qui e perché è importante per te?
  • Fai uso dell’energia che lo stress e l’ansia che ti porta, invece di sprecare quell’energia cercando di gestirla. Quali azioni possono Prendi in questo momento che sposta i tuoi obiettivi e valori in avanti.

Trova attività che ti fanno sentire bene e portano equilibrio nella tua vita

  • Esercizio quotidiano
  • Lo yoga e la meditazione hanno dimostrato di ridurre significativamente i sentimenti di ansia e stress.
  • Gestione dello stress
  • Hanno un supporto Sistema
  • Cerca consulenza professionale
  • Ottieni una valutazione della salute mentale
  • Limita la caffeina
  • Impegnati in a Dieta sana e idratare tutto il giorno
  • Lavora su un normale modello di sonno
  • Focus su ciò che hai il controllo e lascia andare ciò che non
  • Trascorri più tempo con le persone che ti supportano e sollevati
  • Supporto e solleva gli altri che ne hanno bisogno

Essere più gentile e g Atler per te stesso

Spesso, quelli di noi che vivono con l’ansia sono anche perfezionisti, autoatritori e generalmente persone che (sono state insegnate a) si aspettano molto da noi stessi. Quando hai l’ansia, questo peggiora le cose, perché non essere al meglio ti fa arrabbiare con te stesso e trattarti duramente è l’ultima cosa di cui hai bisogno quando sei, in effetti, il tuo più vulnerabile.

Ricorda che nessuno è mai perfetto, e tutti dobbiamo occuparci e coltivare il nostro sé imperfetto. Per la maggior parte di noi, i nostri giorni di lavoro sono costituiti da sedersi di fronte ai nostri computer, a malapena le palpebre, figuriamoci alzarsi per muoversi. Fai brevi pause per alzarsi e muoversi nell’edificio. Fai una passeggiata intorno all’isolato durante il pranzo o vai a pranzo.

Solo alzarsi e camminare per l’ufficio può essere l’outlet fisico e mentale di cui hai bisogno per lasciare bruciare un po ‘di quell’ansia e l’ansia senza mandarti in una spirale.

Ricorda che è un momento

Quando siamo nel bel mezzo della nostra peggiore ansia, sembra che non finisca mai. Ecco il punto: lo farà, finirà e passerà e non ti sentirai ansioso per sempre. Ma entra in azione e aiutati attraverso di esso.

Prendi una pausa di meditazione di cinque minuti

Facciamo pause del bagno. E pause pranzo. Quindi, perché non dovrebbero esserci una pausa di meditazione di cinque minuti? Prenditi del tempo per centrarti durante un momento o una situazione stressante. Questo invia un messaggio al tuo cervello. Ti dice che è ora di rilassarti e rifocalizzare. Fai dei respiri profondi. Lascia andare pensieri aggravanti. E rimetti le tue emozioni in pista.

Dobbiamo credere che le cose andranno bene e metteranno in prospettiva. Quindi lavoriamo meglio attraverso le nostre ansie. Abbi fede. Prendi le azioni che possono cambiare le cose. E continua a trattarti con amore, gentilezza e rispetto.

Non permettere all’ansia di definire chi sei. Non ci possiede. Lo possediamo.

Video:Come affrontare l’ansia al lavoro

Reviews

Related Articles