Come creare un budget per le piccole imprese

Stai gestendo una piccola impresa di successo, ma le cose non sono ideali. Tutto ticchietta bene, però, in un mondo ideale, ti piacerebbe vedere margini di profitto maggiori. La risposta per guadagnare più profitti dalla tua impresa di piccola impresa potrebbe essere un budget aziendale migliore.

Ogni azienda di successo ha bisogno di un budget per la conoscenza e la comprensione dei rifiuti costosi e su come rendere più veloci margini di profitto più grandi.

Passaggi per creare un budget per piccole imprese

Se volete continuare a leggere questo post su "Come creare un budget per le piccole imprese" cliccate sul pulsante "Mostra tutti" e potrete leggere il resto del contenuto gratuitamente. ebstomasborba.pt è un sito specializzato in Tecnologia, Notizie, Giochi e molti altri argomenti che potrebbero interessarvi. Se desiderate leggere altre informazioni simili a Come creare un budget per le piccole imprese, continuate a navigare sul web e iscrivetevi alle notifiche del blog per non perdere le ultime novità.

Seguir leyendo


Se ti stai chiedendo da dove iniziare a compilare un budget per la tua attività, sei nel posto giusto. Dai un’occhiata a questi passaggi per la creazione di un budget per la tua attività oggi.

Scopri quante entrate sta rendendo la tua attività

È praticamente impossibile budget per una piccola impresa se non hai idea di quanto la venture ti stia guadagnando regolarmente. Il primo passo per il budget delle piccole imprese è quindi identificare questo importo o almeno una media mensile.

Se stai già gestendo una piccola impresa, puoi scoprire quanto sta facendo il business guardando i dati di vendita.

Rompere le entrate in entrate ricorrenti e reddito atteso

Quando si crea un budget per le piccole imprese, è necessario interrompere le entrate che la società sta attirando due categorie separate-reddito ricorrente e reddito previsto.

Le entrate ricorrenti sono le entrate regolari e affidabili che l’azienda genera da artisti del calibro del lavoro contrattuale e di fermo dei clienti.

Il reddito atteso, che è importante quando si compila un budget per le piccole imprese, è una previsione dei guadagni futuri. Il reddito previsto è essenzialmente una previsione di ciò che la tua piccola impresa guadagnerà probabilmente è di tre, tra sei mesi.

Determina quali sono i costi fissi/spese regolari

Quali spese devi pagare per la tua attività ogni mese? Potrebbe essere lo stipendio di un piccolo team o dipendenti, i costi per affittare i tuoi locali commerciali, i costi IT, le spese di viaggio ecc. Se sei una start-up, probabilmente dovrai sborsare per una serie di inizio inevitabile Spese UP, come la tecnologia, l’amministrazione e i costi di marketing.

Quando crei un budget per le piccole imprese, dai un’occhiata ai tuoi account e alle tue dichiarazioni e scopri quali sono i costi di business fissi e l’importo totale che queste spese inevitabili ti costano ogni mese.

Calcola le tue spese variabili

, nonché costi fissi, la maggior parte delle piccole imprese ha costi variabili che devono pagare, che non hanno un prezzo fisso e sono più casuali delle spese regolari.

Un esempio di un costo variabile potrebbe essere il lavoro di outsourcing e l’utilizzo di un libero professionista per gestire i progetti che potrebbero arrivare-quindi il costo può cambiare frequentemente di mese in mese.

Molte spese variabili possono essere ridimensionate o diminuite a seconda di come sta facendo la tua attività. Ad esempio, se la tua azienda ha eseguito un mese migliore di un mese di quanto non avessi previsto, è possibile utilizzare il profitto aggiuntivo per aumentare le spese variabili, aiutandoti successivamente a crescere a un tasso più rapido e realizzare maggiori profitti a lungo termine.

Determina quali sono le tue spende una tantum

Tutte le aziende hanno una volta spendi che non possono evitare. Potrebbe essere un nuovo computer per sostituire uno che si è schiantato, un nuovo veicolo aziendale o nuovi macchinari per le operazioni. Non importa quali siano le tue spese una tantum, creando un budget per le piccole imprese, sarai in grado di tener conto di tali spese. Senza farlo, queste spese possono essere una brutta sorpresa ed essere un enorme colpo finanziario per una piccola impresa alle prese con il flusso di cassa.

Documento, documento, documento

Una volta che sai esattamente quanto sta attirando il business, quanto stai spendendo e su cosa, metti giù le figure un foglio di calcolo. Crea colonne separate per le tue fonti di reddito. Questi potrebbero includere costi regolari come servizi pubblici, affitto d’ufficio e stipendi. Potrebbe anche includere spese variabili come commissioni, materie prime, salari degli appaltatori e spese una tantum. Dovrebbe anche includere hardware, software, mobili e forniture per ufficio.

Guarda le cose con un occhio all’efficienza

Con tutti i pagamenti e le spese messi su un foglio di calcolo, puoi vedere se hai più entrate che arrivano rispetto a Costi usciti. Questo ti darà un’idea più chiara di quali profitti sta realizzando la tua attività. Allo stesso modo, puoi vedere, a colpo d’occhio, se la tua attività sta effettivamente subendo una perdita. Una perdita a breve termine, una tantum, potrebbe essere gestibile, ma le perdite a lungo termine non sono certamente sostenibili.

Usa il tuo budget per vedere quali tagli puoi effettuare sulle spese, siano essi costi fissi, spese variabili o pagamenti una tantum. Utilizza il tuo budget per mettere a punto la tua piccola impresa e aiutalo a trasformarlo in un’impresa significativamente più redditizia.

Foto tramite Shutterstock

Video:Come creare un budget per le piccole imprese

Reviews

Related Articles