Cry Macho Ending ha spiegato

A cominciare da una domanda. Non ti sembra che il titolo stesso sia un ossimoro, più simile a un titolo ironico, "Cry Macho"? Nella nostra società, siamo stati nutriti con questo malinteso secondo cui "I ragazzi sono coraggiosi, non possono piangere", "Il pianto è il gioiello di una ragazza". Qualcosa del genere, mi è stato detto anche da mia nonna, ma mia madre esclusivamente non era d'accordo.

Ora tornando alla domanda, perché è così che gli uomini audaci, aggressivi, alti, belli sono considerati macho e gli viene costantemente ricordato che piangere non ti rende virile. A parte tutto il resto, analizziamo ora il nostro film "Cry Macho". Tutti voi potete condividere le vostre opinioni riguardo alla domanda nella sezione commenti qui sotto.

Basato su un romanzo del 1975, "Cry Macho", il cui autore è N. Richard Nash, il dramma neo-western americano di nuova formazione "Cry Macho" è stato inizialmente distribuito il 17 settembre 2021. Diretto e prodotto da Clint Eastwood, il film è adattato di Nick Schenk. Ha una valutazione IMDB di 6,3/10 e ha ricevuto il 53% di Rotten Tomatoes. Il film è interpretato da Clint Eastwood e Dwight Yoakam nei ruoli principali. Altre star ricorrenti sono Eduardo Minett, Natalia Traven, Fernanda Urrejola, Horacio Garcia Rojas, Alexandra Ruddy, Ana Rey e Paul Lincoln Alayo.


Fonte:- Google

Proprio come in "My Heroes were Cowboys", Robin Wiltshire aveva un attaccamento e un amore per i cavalli e la cultura occidentale, allo stesso modo in "Cry Macho", il protagonista aveva un profondo legame con i cavalli; amava allenarsi con loro. Tuttavia, l'unica differenza è che Robin aveva l'attaccamento quando aveva solo 10 anni, ma il nostro Rodeo Star Mike Milo ha avuto questo fascino quando la sua carriera è finita a causa del suo infortunio alla schiena.

Quando Mike perse il lavoro nel 1979, fu assunto da Howard Polk, che era l'ex amministratore di Mike. Howard e Mike andarono entrambi in tournée in Messico per recuperare il figlio di Howard, Rafael "Rafo" Polk, e sua moglie, Leta. A quel punto, Rafo era diventato un criminale impegnandosi in diverse attività illegali e letali come il combattimento di galli e ha un gallo chiamato "Macho".

Vediamo come è arrivato a finire


Fonte:- Google

“Cry Macho” ha fatto luce su un argomento delicato che ruota attorno alle parole “Mascolinity” “Macho”. Durante una conversazione tra Mike e Rafo, Mike ha rivolto alcune parole a Rafo, il che è stato sbalorditivo. Disse: "Macho significa forte". Ora ecco il punto: forte non significa che un uomo ricorrerebbe alla violenza per alleggerire il peso, e le donne resistono alla violenza per scortare un uomo. Una cosa molto cruciale che non era prevalente alla fine degli anni '60 o '70 e nemmeno negli anni '80.

Bene, per essere precisi, il finale è sia felice che triste. Ora, questo è un ossimoro. L'ultima scena inizia con Rafo che scopre inaspettatamente perché suo padre Howards vuole parlargli nella sua fattoria. Scopre che Howards ha usato Rafo come mezzo per far accompagnare Leta e lavorare con lui. Rafo si sente come una pedina. Howards vuole avere il potere e la leva quando è il momento di assicurarsi i soldi.

Rafo pensa ancora che continuare la ricerca sarà la cosa giusta poiché il signor Polk ha ancora la fattoria, i cavalli e tutto ciò di cui ha bisogno. Mike stava tornando quando Rafo gli consegnò il Gallo chiamato "Macho", sperando che il gallo avrebbe assicurato il viaggio di Mike e Marta. Oh, dimenticavo, Marta è l'interesse amoroso ritrovato.

Il climax è stato sia infelice che felice, fortunato perché Mike e Rafael sono entrambi usciti dai loro maledetti problemi ed erano tornati alla normalità. Sfortunatamente, perché Rafael sentiva ancora che se Mike fosse stato suo padre, sarebbe stato nientemeno che il bambino più felice di questo mondo.

Reviews

Related Articles