Emulatori SNES per Android: guarda i migliori emulatori SNES!

0
44

La clonazione del numero di cellulare è un crimine molto comune, dato che la maggior parte delle persone conosce qualcuno che ci è passato. Sfortunatamente, quando questo accade WhatsApp può anche essere clonato e molte persone possono trovarsi in difficoltà su cosa fare in questa situazione. Quindi oggi ti mostreremo come scoprire se il tuo WhatsApp è stato clonato e come recuperarlo.

Vedi anche cos’è WhatsApp Pay!

Avviso «WhatsApp clonato»

Tranquillo, non riceverai un avviso che il tuo telefono è stato clonato, ma un messaggio ti avviserà che il tuo numero è usato altrove. Questo perché WhatsApp non permette di utilizzare lo stesso numero su due telefoni diversi allo stesso tempo.

Questo messaggio ti chiede di verificare il tuo dispositivo. Tocca «Conferma» e poi «Autentica» per rendere l’account nuovamente attivo sul tuo telefono. Quando questo accade c’è una buona possibilità che il tuo WhatsApp sia stato clonato.

Attività «strane» che non riconosci nel tuo WhatsApp

Un altro modo per capire se il tuo WhatsApp è clonato è controllare i messaggi che non hai inviato tu stesso. Inoltre, guarda i messaggi che hai ricevuto. Se qualcuno dei messaggi che non hai letto è segnato come letto, il tuo WhatsApp potrebbe essere stato clonato.

Naturalmente questi segnali possono indicare solo un guasto nell’app, tuttavia se questo guasto si ripete più volte potrebbe significare che WhatsApp è davvero clonato.

Recuperare il tuo account dopo che WhatsApp è stato clonato

WhatsApp ti consiglia di disinstallare l’applicazione dal tuo telefono, scaricarla nuovamente e provare ad accedere con il tuo numero. In questo modo sembrerà che tu stia creando l’account per la prima volta e riceverai un codice di attivazione via SMS. Ricorda, non dovresti condividere questo codice con nessuno, poiché è attraverso questo codice che gli sviluppatori mantengono la tua sicurezza.

Quando accedi con il tuo dispositivo, tutti coloro che sono collegati al tuo account saranno automaticamente disconnessi.

Tuttavia, potrebbe essere che WhatsApp chieda un secondo codice. Se non hai effettuato l’accesso, significa che l’aggressore ha utilizzato il sistema di codice di conferma in due fasi. In questo caso, dovrai aspettare 7 giorni per recuperare il tuo account e chiedere un nuovo codice di conferma.

Purtroppo, in Brasile, questo è il tipo più comune di truffa su WhatsApp. Quindi, durante questo periodo di 7 giorni, devi dire a tutti i tuoi contatti dell’hack che hai subito. Inoltre, dì loro di non dare nessuna informazione all’aggressore e di non fare nessun tipo di deposito.

Tipi di truffa più comuni (WhatsApp clonato)

Furto di dati tramite siti web

Questa truffa è una delle più comuni in Brasile. In questo modo, approfitta delle informazioni pubblicate su siti di vendita come OLX. Pertanto, i truffatori contattano le vittime spacciandosi per un rappresentante di questa piattaforma. Dopo il contatto, informano che il loro profilo ha ricevuto alcuni reclami riguardanti un annuncio.

Per «risolvere» questo problema, ti chiedono di confermare il tuo numero fornendo il codice inviato via SMS. A questo punto, i criminali cercano di accedere con il tuo numero WhatsApp su un altro telefono. In questo modo riceverai un messaggio di testo con il codice di convalida e lo passerai ai criminali. In questo modo hanno pieno accesso alle tue conversazioni e gruppi.

Da lì in poi i criminali avranno accesso al tuo WhatsApp. In questo modo, iniziano a contattare amici e parenti raccontando storie che di solito riguardano il «bisogno urgente» di un deposito bancario, che di solito avviene in un conto di una «arancia», con la promessa di restituirlo presto.

Poiché questo è un metodo che non utilizza nessun programma fraudolento, la raccomandazione è che l’utente sia attento ai contatti ricevuti per conto di queste aziende. Pertanto, diffida sempre delle procedure di convalida fuori dall’ordinario. Anche WhatsApp informa nell’SMS che non si deve condividere la chiave numerica con altri.

Truffa utilizzando i nomi di persone famose

Questa truffa funziona in modo molto simile a quella di cui sopra. In questa truffa, un criminale ti chiama fingendosi un organizzatore di un certo concerto o evento VIP, offrendoti dei biglietti gratuiti.

Poi dice che ha inviato un codice di convalida dei biglietti via SMS e chiede all’utente di passare il numero che è arrivato sul suo telefono, che è il suo codice di conferma di accesso a WhatsApp. In questo modo, proprio come il modo spiegato sopra, il criminale avrà accesso alle conversazioni della vittima e continuerà con i tentativi di rubare denaro ai suoi amici e parenti.

L’azienda di sicurezza russa Kaspersky ha anche identificato un’evoluzione di questa truffa: una volta che i criminali hanno il WhatsApp clonato, attivano la verifica in due fasi sugli account che non hanno ancora la funzione abilitata, impedendo al vero proprietario di recuperare il proprio account.

App spia utilizzate dai partner per hackerare e visualizzare i messaggi

Le «app spia» sono in grado di monitorare tutte le attività sul telefono dell’utente. Così, nel caso di WhatsApp, è possibile specchiare tutte le conversazioni delle vittime per poter leggere il contenuto su un altro dispositivo. Queste app sono spesso utilizzate da parenti che controllano (come madri e padri) e da partner gelosi. Oltre a loro, anche i criminali usano queste app molto frequentemente.

Tuttavia, questa truffa è più insolita e anche più difficile da applicare, poiché le applicazioni devono essere installate manualmente sul telefono della vittima scansionando un codice QR con il dispositivo della vittima in mano. Pertanto, bisogna stare molto attenti quando si consegna il telefono cellulare sbloccato ad altre persone.

Clonazione del chip per chiedere soldi

Questa tecnica può clonare il chip dei telefoni cellulari, quindi anche WhatsApp. In questo modo i criminali cercano di estorcere denaro alle vittime. Funziona così: utilizzando una falla nel meccanismo di verifica dell’identità nel call center degli operatori di telecomunicazioni, i criminali comprano nuovi chip e chiamano il call center delle aziende fingendo di essere le vittime. In questo modo cercano di recuperare un numero perso o rubato.

Anche con la richiesta di dati personali, come l’indirizzo completo e il numero di previdenza sociale, molti truffatori riescono a superare questo livello di sicurezza e ad attivare il numero delle vittime sul nuovo chip. Pertanto, iniziano a contattare amici e parenti per chiedere depositi di denaro, come nella maggior parte delle truffe menzionate sopra.

Impossibile recuperare?

In questo caso dovrai contattare il supporto WhatsApp. Per farlo, invia semplicemente un’email a support@whatsapp.com con la seguente frase nel corpo dell’email: «Perso/Subito: per favore disattiva il mio account». Per favore includi anche il tuo numero di cellulare nel formato internazionale cioè +55 (XX) XXXXX-XXXX.

In questo modo il tuo WhatsApp sarà bloccato su tutti i dispositivi su cui lo stai utilizzando. Ti verrà anche inviato un codice di sicurezza per iscriverti di nuovo.

WhatsApp Downtime

Durante il tuo downtime il tuo account funzionerà normalmente, il che significa che se qualcuno vuole mandarti un messaggio può farlo. In questo modo quando accederai nuovamente al tuo account potrai vedere i messaggi che ti sono stati inviati normalmente.

Come proteggerti e non avere WhatsApp clonato?

Un consiglio per evitare che il tuo account venga violato è quello di attivare la verifica in 2 passaggi. Quindi imposterai un PIN di 6 cifre che deve essere inserito ogni volta che accedi da luoghi diversi.

Per eseguire questa procedura vai su «Impostazioni > Account > Conferma in due passaggi». Ora scegli un PIN e registra un’email per recuperare l’account se dimentichi il codice.

FAQ

WhatsApp ti consiglia di disinstallare l’applicazione dal tuo telefono, scaricarla nuovamente e provare ad accedere con il tuo numero. In questo modo sembrerà che tu stia creando l’account per la prima volta e riceverai un codice di attivazione via SMS. Nel momento in cui effettui l’accesso con il tuo dispositivo, tutti coloro che sono collegati al tuo account saranno automaticamente disconnessi.Tuttavia, WhatsApp potrebbe chiederti un secondo codice. Se non sei tu ad aver effettuato l’accesso, significa che l’attaccante ha utilizzato il sistema di codice di conferma in due fasi. In questo caso, dovrai aspettare 7 giorni per recuperare il tuo account e chiedere un nuovo codice di conferma.

Per farlo, invia semplicemente un’email a support@whatsapp.com con la seguente frase nel corpo dell’email: «Perso/Subito: per favore disattiva il mio account». Inoltre, includi il tuo numero di cellulare nel formato internazionale, cioè +55 (XX) XXXXX-XXXX.

Oltre a «strane attività» come far apparire messaggi che non hai inviato, i criminali possono truffare il tuo WhatsApp. In questo modo possono chiedere soldi ai tuoi contatti.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova in alto a destra della pagina!