File Explorer: cos’è e come funziona?

0
60

Windows 10 non ha più un aiuto interno all’esploratore di file come Windows 7. In questo modo, Microsoft ti fa cercare informazioni sul web. Ecco quello che devi sapere su come utilizzare il file manager di Windows 10.

Vedi anche come salvare i file nel cloud!

Basi dell’interfaccia di File Explorer

Anche se è stata rinominata come «File Explorer» in Windows 10, questa applicazione è fondamentalmente la stessa di Windows Explorer in Windows 7. In questo modo, ha alcune nuove caratteristiche, tra cui un’interfaccia a nastro e il Microsoft OneDrive integrato per sincronizzare i tuoi file nel cloud.

L’area «Accesso rapido» nella barra laterale sostituisce i «Preferiti» in Windows 10. Puoi trascinare e rilasciare le cartelle nell’area di accesso rapido per «appuntarle» per un facile accesso in futuro. Inoltre, Windows 10 aggiungerà automaticamente le tue cartelle usate di recente in quest’area. Puoi personalizzare l’accesso rapido nella finestra delle opzioni. Per rimuovere una singola cartella da Accesso rapido, fai clic destro e seleziona «Elimina da Accesso rapido».

La sezione «Questo computer» sostituisce la voce «Risorse del computer» in Windows 7. In questo modo, contiene collegamenti alle cartelle dei dati dell’utente sul tuo PC e ad altre unità, come le unità USB e le unità DVD.

Come si usa il nastro?

La barra multifunzione in Esplora file funziona come la barra multifunzione nelle applicazioni di Microsoft Office come Word ed Excel. Pertanto, ci sono alcuni modi diversi di usarlo.

Se vuoi più spazio nelle finestre del navigatore di file, puoi lasciare la barra multifunzione chiusa per impostazione predefinita. Inoltre, puoi ancora cliccare su qualsiasi scheda in alto come «Home», «Condividi» o «Visualizza» per visualizzare i comandi e cliccare su un pulsante. Vale la pena menzionare che il banner apparirà solo temporaneamente.

Se preferisci vedere sempre la traccia, puoi espanderla. Per farlo, clicca sulla freccia vicino all’angolo superiore destro della finestra di Esplora file o premi Ctrl + F1.

L’opzione «Home» fornisce opzioni di base per lavorare con i file, incluso Copia, Incolla, Elimina, Rinomina, Nuova cartella e Proprietà.

Dall’altra parte, la scheda «Condividi» fornisce opzioni per inviare e-mail, chiudere e stampare i file, così come scriverli su disco e condividerli sulla rete locale.

Infine, la scheda «Vista» contiene opzioni per controllare come i file appaiono nell’esploratore di file e come sono classificati. In questo modo puoi attivare un’anteprima o un pannello dei dettagli per vedere più informazioni su un file selezionato, scegliere se vuoi icone grandi o un elenco denso di file e ordinare i file secondo qualsiasi criterio tu voglia. Inoltre, qui puoi anche scegliere di mostrare o nascondere le estensioni dei nomi dei file o i file nascosti. Clicca semplicemente sulla casella di controllo «Elementi nascosti» per mostrare o nascondere i file nascosti senza aprire la finestra «Opzioni cartella».

Scheda Gestione

La scheda «Gestione» a volte appare nella barra multifunzione con comandi contestualmente appropriati. Per esempio, se selezioni alcune foto, vedrai la scheda «Strumenti immagine» con opzioni per ruotare le immagini selezionate e impostarle come sfondo del desktop.

Come fissare i comandi usati frequentemente

La barra degli strumenti di accesso rapido è visualizzata nell’angolo in alto a sinistra della finestra di esplorazione dei file, sulla barra del titolo. In questo modo, fornisce un comodo accesso ai comandi che usi frequentemente. Per aggiungere un comando alla barra degli strumenti di accesso rapido, fai clic destro sulla barra multifunzione e seleziona «Aggiungi alla barra degli strumenti di accesso rapido».

Se vuoi più spazio per i comandi, fai clic con il tasto destro del mouse in qualsiasi punto della barra multifunzione o della barra delle schede sopra e seleziona «Mostra la barra degli strumenti di accesso rapido sotto la barra multifunzione» per renderla una barra degli strumenti più standard.

Come cambiare le impostazioni di File Explorer

Per cambiare le impostazioni di File Explorer, clicca sulla scheda «Visualizza» nella barra multifunzione e clicca sull’icona «Opzioni».

Questo apre anche la familiare finestra di dialogo Opzioni cartella che esisteva in Windows 7. Tuttavia, ha alcune nuove opzioni. Per esempio, puoi controllare se l’esploratore di file viene aperto nelle viste «Accesso rapido» o «Questo computer», o se mostra automaticamente le cartelle usate di recente e frequentemente nella vista «Accesso rapido».

Scorciatoie da tastiera utili

File explorer è dotato di scorciatoie da tastiera utili per aiutarti a svolgere i compiti più velocemente. Ecco una rapida lista di alcuni:

  • Windows + E – Aprirà una finestra di Esplora file. Questo funziona ovunque in Windows 10;
  • Ctrl + N – Aprirà una nuova finestra di Esplora file. Questo funziona solo in File Explorer stesso;
  • Ctrl + W – Chiuderà la finestra corrente di File Explorer;
  • Tasto Ctrl + Rotella del mouse su o giù – Cambierà la dimensione delle icone di file e cartelle (zoom in o out);
  • Ctrl + Shift + N – Crea una nuova cartella;
  • Backspace o Alt + Freccia sinistra – Torna alla cartella precedente;
  • Alt + Freccia destra – Visualizza la cartella successiva (avanza);
  • Alt + Freccia su – Visualizza la cartella in cui si trova la cartella corrente;
  • Ctrl + F , Ctrl + E o F3 – focalizza la casella «Cerca» per poter iniziare rapidamente a digitare una ricerca;
  • Ctrl + L , Alt + D o F4 – focalizza la barra degli indirizzi (posizione) per poter iniziare rapidamente a digitare l’indirizzo di una cartella;
  • F11 – Ingrandisce la finestra di Esplora file. Premi F11 di nuovo per rimpicciolire la finestra. Questo funziona anche nei browser web;

Inoltre, puoi trovare una lista completa delle scorciatoie da tastiera di Windows 10 sul sito web di Microsoft.

Come usare OneDrive?

OneDrive è integrato nell’esploratore di file in Windows 10. In questo modo, sincronizza i file online utilizzando l’account Microsoft con cui accedi in Windows 10. Funziona in modo simile a Dropbox, Google Drive e iCloud Drive di Apple.

Per iniziare, clicca sull’opzione «OneDrive» nella barra laterale del file explorer. In questo modo ti verrà richiesto di accedere a OneDrive se necessario. Altrimenti, metti semplicemente i file in OneDrive. Saranno caricati sui server di Microsoft. Puoi accedervi nella cartella OneDrive su altri PC su cui accedi allo stesso account Microsoft, tramite le applicazioni OneDrive sul tuo telefono e sul sito web di OneDrive.

Il campo «Stato» nella finestra di OneDrive mostra lo stato di ogni file. In quanto tale, un’icona a forma di nuvola blu indica che il file è memorizzato in OneDrive online, ma verrà scaricato automaticamente quando lo aprirai. Inoltre, un segno di spunta verde indica che il file è memorizzato in OneDrive e sul tuo attuale PC.

Impostazioni di OneDrive

Puoi controllare le impostazioni di OneDrive dall’icona dell’area di notifica di OneDrive (barra delle applicazioni). In questo modo, clicca sull’icona di OneDrive a forma di nuvola nell’area di notifica nell’angolo in basso a destra dello schermo – se non la vedi, probabilmente devi cliccare sulla piccola freccia in alto a sinistra delle icone per trovarla. Clicca su «Altro» e clicca su «Impostazioni» per trovare le varie impostazioni di OneDrive, dove puoi controllare quali cartelle sono sincronizzate, quanta banda in upload e download usa OneDrive e altre impostazioni.

OneDrive può «proteggere» automaticamente i file nelle cartelle importanti, come desktop, immagini e documenti, sincronizzandoli. Per impostarlo, clicca sulla scheda «Salvataggio automatico» nelle impostazioni di OneDrive e clicca sul pulsante «Aggiorna le cartelle» sotto Proteggi le tue cartelle importanti.

Se non ti piace vedere OneDrive, puoi disabilitarlo e rimuovere l’icona da Esplora file.

Come accedo alle unità di rete?

Le cartelle condivise, le stampanti e i media server della rete locale appaiono nella vista «Rete». Pertanto, potrebbe essere necessario scorrere fino in fondo alla barra laterale di Esplora file per localizzarlo e cliccarlo.

Windows 10 non include più la funzione Home Group, quindi non puoi usarla per condividere facilmente file e cartelle tra i tuoi computer. In questo modo, puoi usare OneDrive o utilizzare le opzioni di rete vecchio stile per condividere file e cartelle.

Se hai bisogno di mappare un’unità di rete per una facile disponibilità, fallo nella schermata Questo computer. Per prima cosa, clicca su «Questo computer» nella barra laterale. La scheda «Computer» apparirà sulla barra multifunzione. Poi cliccaci sopra e seleziona «Map Network Drive» e usa le istruzioni fornite dal tuo dipartimento IT per la connessione.

L’unità mappata apparirà sotto Posizioni di rete nella schermata «Questo computer».

Come fare il backup e il ripristino dei tuoi file?

Windows 10 contiene la Cronologia file, uno strumento di backup e ripristino dei file. Non è solo per fare e ripristinare enormi backup – la Cronologia file può automaticamente eseguire il backup di diverse versioni di file e tu puoi utilizzare Esplora file per ripristinare facilmente queste versioni precedenti. Per prima cosa, dovresti impostare la Cronologia file in Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Backup. In questo modo, abilita «Esegui automaticamente il backup dei miei file».

Dopo averlo impostato, puoi selezionare un file o una cartella, cliccare su «Home» sulla barra multifunzione e cliccare sul pulsante «Storia» per visualizzare e ripristinare le versioni precedenti di quel file o cartella.

Inoltre, Windows 10 File Explorer include anche altre utili funzioni. Così, puoi contrassegnare qualsiasi file, utilizzare un tema scuro o riattivare la funzione «librerie».

Fonte: How To Geek

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!