Film con Robert de Niro: guarda i migliori film con l’attore!

0
46

Se uno dovesse sedersi e contare i film iconici in cui Robert De Niro ha recitato, probabilmente non avrebbe più dita. In questo modo, possiamo dire che pochi attori sono così fortunati ad aver attraversato la «stagione» che lui ha avuto a Hollywood. Inoltre, ancora meno attori hanno così tanti ruoli iconici. Quindi, con questo in mente, oggi abbiamo separato i migliori film con Robert De Niro.

Vedi anche i migliori film con Ben Affleck!

15. Il lato positivo della vita (2012)

La folle commedia romantica di Russell parla di una giovane donna problematica (interpretata da Jennifer Lawrence) che soffre di disturbi psicologici. Così, inizia una bellissima e bizzarra relazione con Pat (interpretato da Bradley Cooper), un uomo che ha anche problemi mentali. De Niro è brillante nel ruolo del signor Pat Solitano, un fan ossessivo-compulsivo dei Philadelphia Eagles che si prende cura di suo figlio bipolare. Inoltre, vale la pena notare che questa performance gli ha giustamente fatto guadagnare una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista.

14. Jackie Brown (1997)

Basato sul romanzo Rum Punch di Elmore Leonard del 1992, il film di Tarantino presenta un cast stellare, inclusi attori illustri come Pam Grier, Samuel L. Jackson, Robert Forster, Bridget Fonda e Michael Keaton. In questo modo, De Niro interpreta un ruolo sommesso come ex detenuto Louis Gara, che vive con il suo amico d’armi Ordell (Samuel L. Jackson).

Il personaggio di De Niro è estremamente passivo. In questo modo, è incosciente per la maggior parte del tempo, svegliandosi solo per fumare marijuana. Tuttavia, quando è costretto a partecipare agli eventi principali del film, fallisce miseramente.

Anche se è un ruolo relativamente minore, De Niro è sorprendentemente affascinante come Gara.

13. Gli intoccabili (1987)

De Niro ha fatto un «passo indietro» nel leader della banda dell’epoca del proibizionismo Al Capone nel dramma criminale di Brian De Palma del 1987. In questo modo, ha anche accorciato l’attaccatura dei capelli e ha indossato un’imbottitura extra per ottenere un look adeguato.

Capone è braccato dall’agente federale Elliot Ness (interpretato da Kevin Costner) e dal suo gruppo di vigilanti (tra cui Sean Connery come poliziotto irlandese-americano che sostiene metodi discutibili). Pertanto, De Niro cattura perfettamente la volatilità e le sfumature psicologiche di uno dei mafiosi più famosi della storia.

12. C’era una volta in America (1984)

Il film di Leone del 1984 è un’epopea di quattro ore che racconta cinque decenni di vita di amici d’infanzia che crescono e diventano gangster.  In questo modo, De Niro interpreta David «Noodles» Aaronson, un mafioso ebreo che ha guadagnato notorietà durante l’era del Proibizionismo con il suo amico Max (James Woods). Inoltre, il regista impiega una narrazione non lineare per sovvertire il modo convenzionale di ritrarre le storie di gangster, scegliendo di concentrarsi sul tema del pentimento.

Infine, vale la pena ricordare che Sergio Leone ricevette le nomination ai Golden Globe e ai BAFTA come miglior regista. Ha rifiutato l’opportunità di dirigere Il Padrino per lavorare a questo capolavoro. Dopo nove mesi di riprese, aveva quasi dieci ore di materiale, ma ha dovuto tagliare a causa dei distributori.

11. Cape Fear (1991)

Questo thriller del 1991 è un remake dell’originale con lo stesso nome di J. Lee Thompson, con Robert Mitchum. De Niro non cerca di imitare ciò che Mitchum aveva già raggiunto nello stesso ruolo. In questo modo, interpreta il personaggio di Max Cady, uno stupratore condannato che incanala una rabbia di proporzioni bibliche e ha solo la vendetta in testa. Inoltre, vale la pena notare che il ruolo ha fatto guadagnare a De Niro una nomination all’Oscar come miglior attore.

10. The Irishman (2019)

L’ultimo film di De Niro è anche quello in cui dà una delle migliori performance della sua lunga carriera. Un’altra collaborazione con Scorsese, l’epopea di tre ore e mezza è il culmine di molte delle idee che la coppia ha esplorato nel corso degli anni. In questo modo, interpreta Frank Sheeran, un camionista di basso rango che diventa un assassino dopo aver incrociato il boss dei Teamsters Jimmy Hoffa (Al Pacino) e il capomafia Russel Bufalino (Joe Pesci).

9. Casino (1995)

Il divertente e ambizioso progetto di Martin Scorsese vede De Niro nei panni di Sam «Ace» Rothstein, un gangster ebreo americano a capo del Casinò Tangiers di Las Vegas. In questo modo, il suo personaggio è basato sul mafioso della vita reale Frank Rosenthal. Anche se Ace cerca di resistere alle tentazioni di Sin City, la città lo distrugge e rivela la sua terribile rabbia interiore.

8. Modi pericolosi (1973)

Questa fu la prima collaborazione tra De Niro e Scorsese, l’inizio di quella che sarebbe diventata una partnership per tutta la vita. In questo modo, l’attore ha fornito una performance di evidente qualità come Johnny Boy, un piccolo criminale che interpreta il ruolo di un clown. Inoltre, vale la pena notare che questo ruolo lo ha aiutato ad affermarsi come una delle migliori star della sua generazione.

7. Fuoco contro Fuoco (1995)

L’epico thriller criminale di Michael Mann presenta De Niro e Al Pacino come forze antitetiche. In questo modo, il primo è un criminale in carriera che guida una squadra di rapinatori di banche e il secondo è un detective della polizia di Los Angeles che deve rintracciarli. Anche se hanno professioni opposte, il film mostra splendidamente quanto siano simili, lottando per trovare un equilibrio tra le loro vite professionali e personali.

6. Il cecchino (1978)

L’impatto del film del 1978 non può essere quantificato. La gente degli Stati Uniti si stava ancora riprendendo dalla delusione della guerra del Vietnam e questa epopea elegiaca su un gruppo di veterani di ritorno (interpretati da De Niro, John Savage e Christopher Walken) arrivò al momento giusto. Anche se il film è stato giustamente criticato per la sua rappresentazione parziale dei vietnamiti, De Niro è convincente nel ruolo di Mike, che va in battaglia con i suoi migliori amici e torna a casa per scoprire che tutte le loro vite sono state distrutte. Inoltre, vale la pena notare che la sua performance gli ha fatto guadagnare un Academy Award come miglior attore.

5. Quei bravi ragazzi (1990)

Uno dei film più celebri di uno dei più grandi registi della sua generazione, Quei bravi ragazzi è quasi impareggiabile nella sua capacità di creare un senso di famiglia e fratellanza tra criminali ed emarginati. In questo modo, il film presenta De Niro come un pragmatico e paterno Jimmy Conway. Inoltre, la chimica di De Niro sullo schermo con Ray Liotta e Joe Pesci è un fenomeno raro.

4. Il re della commedia (1982)

Il re della commedia è un affascinante racconto ammonitore sulla ricerca della fama. In questo modo, De Niro interpreta Rupert Pupkin, un comico seriamente delirante che pratica le sue mediocri routine nella sua cantina, circondato da celebrità. Così, Scorsese satireggia brillantemente la «feticizzazione» della cultura della celebrità.

3. Il Padrino Parte II (1974)

L’originale di Coppola era un capolavoro di tale qualità che era difficile immaginare un sequel all’altezza delle aspettative. Tuttavia, il regista è riuscito a dare un seguito al film vincitore del miglior film con un altro.

Quindi, ambientato nella New York del 1920, De Niro interpreta Vito Corleone (interpretato da Marlon Brando nell’originale). Invece di seguire le sue orme, De Niro traccia il proprio percorso e rende il personaggio leggendario. Inoltre, vale la pena ricordare che ha vinto un Oscar come miglior attore non protagonista.

2. Taxi Driver (1976)

Il personaggio di Travis Bickle è probabilmente il ruolo più iconico di De Niro. In questo modo, l’attore è terrificante e coinvolgente nell’indagine bruciante di Scorsese sulla mascolinità e l’aggressività disillusa, una ribellione contro il vuoto dell’universo. La sua performance iconica ha anche una delle scene più iconiche del cinema, quella in cui si guarda allo specchio e chiede: «Stai parlando con me?»

1. Toro Scatenato (1980)

L’ipnotica performance di De Niro come pugile Jake LaMotta è probabilmente la più potente della sua carriera. In questo modo, l’attore riesce a interiorizzare brillantemente la storia allegorica e si concentra sui conflitti psicologici anche quando viene picchiato sul ring. Inoltre, vale la pena ricordare che De Niro ha ricevuto l’Oscar come miglior attore per il suo eccellente lavoro in Toro Scatenato.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!