Gli imprenditori neri di maggior successo hanno un impatto

Il viaggio dell'impresa nera nel 2020 è un misto di prosperità e accettazione dei persistenti ostacoli sociali al progresso. Quelle aziende di proprietà dei neri hanno costruito il 34% dal 2007 al 2012, per un totale di 2,6 milioni di aziende e piccole imprese di minoranza in generale sono aumentate del 79% entro il 2017. Le prime 100 aziende di proprietà dei neri hanno prodotto $ 30 miliardi nel 2018 e un enorme 50% delle imprese di proprietà di donne nel 2019 erano gestite da donne di colore. D'altra parte, ci sono ancora grandi distanze nelle politiche razziali nelle opportunità di finanziamento.

L'ostacolo persiste, poiché è meno probabile che gli imprenditori neri ottengano investimenti, finanziamenti per la proprietà. Tuttavia, questi imprenditori procedono ad avviare nuove attività, nonostante queste differenze, promuovendo una ricca eredità di innovazione e progresso neri. Uno studio della Ewing Marion Kauffman Foundation ha svelato il fatto che le aziende di proprietà dei neri spesso si inaugurano con un capitale tre volte inferiore rispetto alle aziende di proprietà dei bianchi.

Se volete continuare a leggere questo post su "Gli imprenditori neri di maggior successo hanno un impatto" cliccate sul pulsante "Mostra tutti" e potrete leggere il resto del contenuto gratuitamente. ebstomasborba.pt è un sito specializzato in Tecnologia, Notizie, Giochi e molti altri argomenti che potrebbero interessarvi. Se desiderate leggere altre informazioni simili a Gli imprenditori neri di maggior successo hanno un impatto, continuate a navigare sul web e iscrivetevi alle notifiche del blog per non perdere le ultime novità.

Seguir leyendo


I seguenti sono gli imprenditori neri che hanno creato aziende prospere nella logistica, tecnologia, vendita al dettaglio e stabilendo nuovi criteri per gli affari.

1. Asmau Ahmed

Asmau Ahmed è una co-fondatrice di Plum Perfect, ha iniziato come ingegnere chimico ma ha presto cambiato il suo entusiasmo per l'innovazione. Il laureato della Columbia ha creato Plum Perfect, un'app che esamina l'immagine di un utente per scoprire il trucco ideale in base al colore della loro pelle che include i diversi colori della pelle delle donne. Si è classificata come una delle cinque "Top Women in Digital".

2. Adelanwa Adesanya

Adelanwa Adesanya è un ingegnere che ha preferito l'imprenditorialità che collegasse la tecnologia con l'assistenza sanitaria per assistere la cura dell'attacco cardiaco. La sua azienda, Moving Analytics, fornisce un piano di recupero digitale che supporta gli ospedali nell'assistenza domiciliare ai pazienti. La sua etichetta clinica e la sua tecnologia aiutano a prendersi cura al di fuori dei dintorni dell'ospedale.

3. Ponti Mozia

Moziah Bridges ha fatto la sua breve apparizione come un brillante produttore di papillon di 12 anni nel reality show televisivo Shark Tank alcuni anni fa.

La Reality TV non ha un impatto sulla sua professione, ma ha creato ponti per la sua carriera. Ora che ha 15 anni, ha recentemente firmato un contratto a sette cifre per fornire papillon alla NBA e la sua attività, Mo's Bows, sta procedendo.

In precedenza, su Shark Tank, aveva rifiutato un'offerta di investimento di $ 50.000 da un investitore a sostegno di zero soldi ma di un tutoraggio continuo con il magnate della moda Daymond John. Il rifiuto di quell'offerta sembra una mossa audace ora.

4. Myriam Taylor, Muxima

Figlia di rifugiati angolani, Myriam Taylor è la co-fondatrice di due società, un'azienda biotecnologica e un'azienda di lusso per la cura dei capelli a Lisbona, in Portogallo, con suo marito Paulo.

Taylor ha iniziato la sua azienda con l'idea di ottenere i capelli desiderati quando era incinta. Voleva avere capelli sia ricci che lisci evitando le sostanze aggressive. Non vedendo alcuna soluzione che la rendesse felice, ha scelto di costruirne una da sola, e ora la sua azienda, Muxima, vende una diversa varietà di shampoo, balsami, oli e altri prodotti a base di caviale per ottenere capelli strutturati nei negozi europei e online anche.

5. Kymberlee Jay

Kymberlee Jay ha iniziato la sua professione di ballerina per Madonna prima di servire come coreografa, ma ora ha visto i suoi progressi con la compagnia DoodleDirect che crea eleganti video animati per promuovere le relazioni interne ed esterne delle aziende.

DoodleDirect ha creato lavori per clienti importanti come Knight Frank, Vauxhall e la Food Standards Agency, e il suo successo è stato riconosciuto alcuni anni fa quando Jay ha vinto il premio Arts and Media Rising Star ai Black British Business Awards 2017.

6. Amari Ruff

In precedenza Amari era l'amministratore delegato di R2 Trucking Solutions e ora gestisce Sudu, una società di logistica basata sulla tecnologia. Lavorano con dati e analisi per supportare le aziende a spedire i loro pacchi in modo efficiente gestendo una rete di corrieri.

7. Angela Benton

Angela ha fondato NewME Accelerator, il primo acceleratore per i fondatori di minoranza. È stata inclusa nel pluripremiato documentario della CNN, Black in America. Gestisce i dati per stimare ciò che le persone dei media stanno utilizzando sui programmi di streaming.

8. Ashifi Gogo

Ashifi Gogo è cresciuto in Ghana ed è stato il primo a imbattersi nella tecnologia attraverso i telefoni cellulari. Quando aveva trent'anni, fondò un'azienda tecnologica basata su di loro. Sproxil è una società di gestione della catena di approvvigionamento e coinvolgimento dei consumatori creata per controllare le merci false. Aiutano anche le aziende a proteggere il loro marchio e coinvolgere i loro clienti.

9. Chris Bennett

Chris Bennett ha fondato una società Soldsie per consentire alle piccole imprese di monetizzare le proprie pagine Facebook. I clienti danno i loro dati di pagamento a Soldsie, dopodiché possono acquistare la merce commentando a malapena le pagine dei negozi. Per i venditori, Soldsie copre una dashboard amministrativa completa per aiutarli a gestire la loro lista e le osservazioni degli utenti.

10. Courtney e Tye Caldwell

Un team di marito e moglie, Courtney e Tye Caldwell hanno appena vinto un investimento di $ 100.000 da Dallas per iniziare la competizione per la loro startup ShearShare.

Il loro scopo è semplice, che è quello di unire i proprietari di barbieri e saloni di bellezza che hanno sedie vuote con i singoli stilisti che hanno bisogno di un posto dove lavorare. Tye è il proprietario di un salone con oltre 20 anni di esperienza lavorativa, mentre Courtney ha lavorato nelle vendite e nel marketing per aziende come Zendesk, Zenefits e Qualtrics. Con il loro piano aziendale compatto, le competenze necessarie e una nuova immersione nel denaro, si prevede che ShearShare progredirà ancora più rapidamente nei prossimi anni.

11. Anne Githuku-Shongwe

Dopo aver prestato servizio presso il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) per un periodo più lungo, Anne Githuku-Shongwe ha avviato l'inaugurazione della sua società di giochi mobili, Afroes.

Sebbene appaia come una direzione diversa, la crescita è ancora al centro del suo lavoro. Lo scopo di Afroes è progettare giochi che "posizionano i giovani africani per un futuro produttivo innovando nell'acquisizione di abilità, nel coinvolgimento e nella connessione alle opportunità".

Con un grande track record e apprezzamento nel corso degli anni da parte di aziende come Cartier Women's Initiative e Schwab Foundation for Social Entrepreneurship, ci sono molti obiettivi e altro in arrivo per questa fantasiosa imprenditrice sudafricana.

12. Maya Penn

Maya Penn ha fondato la sua azienda di moda sostenibile quando aveva solo otto anni con il nome di Maya's Ideas.

A 17 anni, Penn ha scritto un libro, tenuto tre conferenze TED ed è stato riconosciuto da Oprah Winfrey come "SuperSoul 100 Entrepreneur". Finanzia anche imprese di beneficenza come la progettazione di assorbenti ecologici per donne e ragazze nei paesi sottosviluppati e l'invio di strutture sanitarie ad Haiti, Senegal, Somalia e altro ancora.

13. Freddie Figgers

Ha bisogno di molta forza per affrontare i titani della tecnologia affermati come Apple e Verizon, ma questo è ciò che esattamente l'imprenditore della Florida Freddie Figgers ha fatto con la sua compagnia di telefonia mobile, Figgers Communication.

L'azienda produce e commercializza i propri telefoni esclusivi, oltre a fornire la propria rete di telefonia cellulare. Il telefono ha anche una funzione unica per limitare l'invio di messaggi di testo durante la guida. Figgers ha iniziato con la tecnologia in età crescente e ha già un elenco di invenzioni a suo nome.

14. Lanny Smith

Ti viene regolarmente consigliato di "seguire la tua passione" come imprenditore. Ma alcune persone hanno molte passioni, e di solito è la loro passione per essere ricchi e di successo.

Questo è stato lo stato dell'ex giocatore di basket NBA Lanny Smith, che attualmente gestisce Active Faith Sports, un rivenditore di articoli sportivi introdotto con la sua fede cristiana. Molti dei prodotti hanno motti che seguono le sue convinzioni religiose e questa miscela di sport e religione ha indiscutibilmente catturato un pubblico, l'azienda ha prodotto entrate per quasi 7 milioni di dollari nel 2016.

15. Anne-Marie Imafidon

Quando Anne-Marie Imafidon aveva solo 20 anni, concluse il suo Master in Matematica e Informatica presso l'Università di Oxford e iniziò una prospera carriera che coinvolse posizioni presso Goldman Sachs, Hewlett-Packard e Deutsche Bank.

Il suo attuale investimento è un'impresa sociale chiamata Stemettes, che si sforza di supportare più giovani donne ad iniziare le professioni di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM).

Niente è impossibile con costanza e duro lavoro ed ecco gli esempi di imprenditori neri che iniziano con niente e ora fanno crescere la loro attività e aiutano anche gli altri.

Ci auguriamo che il nostro piccolo sforzo abbia un buon impatto sulla tua motivazione. Se hai qualche domanda non esitare a contattarci.

Reviews

Related Articles