Google Anonymous: impara cos’è e come usarlo!

0
47

Gli smartphone sono uno strumento vitale e anche un «incubo» per la privacy. Quindi, se non prendi le dovute precauzioni, puoi letteralmente esporti ad amici, familiari o anche altre persone. Fortunatamente, i produttori di cellulari offrono una pletora di modi per proteggerci, come la modalità anonima di Google Chrome.

Controlla anche il browser Tor!

Ma prima facciamo un passo indietro. Usa sempre un blocco dello schermo. In questo modo, scegli quello che funziona per te, che sia PIN, password, modello, stampa o faccia. Un blocco dello schermo fornisce il primo livello di difesa e dovrebbe essere (quasi) tutto ciò di cui hai bisogno per proteggerti. Ci sono, tuttavia, coloro con cui condividiamo i nostri blocchi schermo, come partner fidati, membri della famiglia o amici.

Dal momento che alcune persone potrebbero essere in grado di superare i nostri blocchi dello schermo, una seconda linea di difesa contro l’imbarazzo eccessivo è necessaria. Pertanto, uno di questi «baluardi» è la modalità anonima di Google Chrome, o navigazione privata. La modalità in incognito non è infallibile e, infatti, ha delle limitazioni di cui dovresti essere consapevole.

Cos’è la modalità incognito?

La parola anonimo significa nascondere la propria vera identità. L’eroe di una storia può «viaggiare anonimamente» per non essere scoperto, per esempio. La modalità di navigazione anonima sui dispositivi Android (e nel browser Google Chrome in generale) è simile. È un modo per nasconderti mentre viaggi sul web. La modalità Incognito, come realizzata in Google Chrome su Android, fondamentalmente nasconde la tua cronologia di navigazione in modo che altre persone non possano vedere i siti che hai visitato. Quindi, in effetti, maschera le tue «impronte» sul web.

Come faccio ad attivare la modalità in incognito?

La modalità in incognito è disponibile nell’applicazione del browser Chrome su telefoni e tablet Android, così come nel browser desktop Chrome per Mac, computer Windows e naturalmente ChromeOS.

Sul tuo dispositivo Android, apri Chrome e tocca il pulsante del menu a tre punti nella barra degli indirizzi. In questo modo, viene visualizzata una finestra a tendina con varie azioni disponibili, come stellinare la pagina o aprire una nuova finestra. Una delle opzioni è «Nuova finestra in incognito». Toccalo e Chrome aprirà una nuova scheda privata. Vedrai la piccola icona a forma di spia con un cappello di feltro e occhiali e una conferma che «Sei anonimo».

Congratulazioni, ora stai navigando con la privacy. In questo modo puoi passare dalle schede anonime a quelle normali toccando lo strumento scheda nella barra degli indirizzi. Inoltre, tieni a mente che navigherai con la privacy solo quando sei in una vera e propria scheda anonima.

Cosa significa navigare con privacy?

La modalità in incognito, o navigazione privata, è una protezione specifica del dispositivo. Se usi la modalità incognito su un dispositivo, ma non su un altro, la cronologia del browser su quel secondo dispositivo è ancora vulnerabile.

Nella sua forma più semplice, la modalità Incognito impedisce ad altri che prendono in mano il dispositivo di vedere la cronologia del tuo browser. In questa modalità, Chrome stesso non salva la cronologia del tuo browser, né i dati che inserisci nei moduli web. Inoltre, Google Chrome non sincronizzerà la tua cronologia di navigazione privata con il tuo account se sei loggato in Chrome. Chrome ricorda i cookie, i dati del sito e i permessi concessi durante la navigazione, ma queste informazioni vengono cancellate quando chiudi la scheda anonima.

Se usi la navigazione privata, nessuno che prende il tuo dispositivo saprà che hai visitato il sito della tua banca, PornHub, o altri siti che potrebbero causare imbarazzo.

Alcune informazioni sono ancora visibili agli altri

Come detto, la modalità di navigazione in incognito impedisce a Chrome di registrare le tue sessioni di navigazione sul tuo telefono. Tuttavia, non impedisce a un certo numero di altre persone di vedere la tua attività online.

Per esempio, qualsiasi sito web che visiti saprà che l’hai visitato, così come i tuoi inserzionisti. Qualsiasi sito a cui accedi saprà che sei entrato in quel sito, perché hai fatto il login. Se sei al lavoro o a scuola, chi gestisce la rete avrà accesso alla tua cronologia di navigazione. Lo stesso vale per il tuo fornitore di servizi Internet a casa. Inoltre, i motori di ricerca hanno anche accesso alla tua cronologia di navigazione e possono anche mostrarti suggerimenti di ricerca basati su dove ti trovi o su quello che stai facendo.

Cosa possono effettivamente vedere queste entità? Il tuo indirizzo IP, che è un modo per identificare la tua posizione di base. La tua attività reale in tempo reale mentre usi un sito web o un servizio. Inoltre, la tua identità è esposta se accedi a qualsiasi servizio web.

La modalità di navigazione anonima non ti nasconde dalle autorità, che possono incaricare il tuo ISP wireless o cablato di localizzare il tuo indirizzo IP e rivelare la tua cronologia (a condizione che venga emesso un mandato).

Altri problemi di privacy

Chrome stesso non memorizza alcun file che puoi scaricare mentre navighi in modalità anonima. Tuttavia, questi file sono salvati nella cartella principale dei download. In questo modo i file sono presenti anche dopo aver chiuso la tua sessione di navigazione privata. Questo significa che chiunque può trovarli e aprirli.

Tutti i segnalibri che crei in modalità privata vengono salvati in Chrome. Questo significa che se salvi un segnalibro da un sito o servizio per adulti, apparirà nella tua cartella dei segnalibri. Inoltre, tutte le preferenze, le impostazioni e le regolazioni di accessibilità che fai durante la navigazione privata possono essere salvate anche in Chrome.

Perché preoccuparsi di usare la modalità in incognito?

Ci sono ragioni specifiche. Potresti non essere completamente protetto durante la navigazione privata, ma almeno sei protetto da qualche imbarazzo e dal potenziale di danneggiare la tua famiglia e gli amici più stretti.

Per esempio, usa la navigazione privata se la tua famiglia condivide un tablet o un PC – specialmente se ci sono bambini in casa tua. I bambini possono mettersi nei guai sui dispositivi, quindi non dar loro facile accesso ai tuoi siti per adulti o finanziari.

Un altro esempio, stai utilizzando un computer pubblico. Diciamo che devi riempire qualche modulo su una macchina nell’ufficio del dottore o simile. Vedi se puoi attivare la modalità di navigazione privata in modo che le altre persone che usano la macchina non possano tornare alla pagina e trovare i tuoi dati.

Infine, se semplicemente non vuoi che il tuo partner o il tuo partner sappia cosa hai fatto online, la navigazione privata è il modo migliore per tenere queste informazioni per te.

Come si disattiva la navigazione privata?

È molto facile. Dato che la modalità Incognito viene eseguita in una propria scheda, oltre alle normali schede di Chrome, è semplice da individuare. Tocca il pulsante della scheda nell’angolo in alto a destra del browser e dovrebbe mostrare due serie di schede: normale a sinistra e privata a destra. Le schede private sono solitamente scure. In questo modo, tocca il pulsante «x» nell’angolo in alto a destra di ogni scheda anonima per chiuderla.

In alternativa, Android offre un modo davvero potente per evitare problemi. Diciamo che ti stai «godendo» qualche contenuto per adulti, ma chiudi lo schermo in fretta e lasci la scheda attiva in Chrome. Chiunque apra Chrome atterrerà proprio nel mezzo di quel contenuto. In questo modo, Chrome su Android offre l’opzione di chiudere tutte le schede anonime nel menu delle impostazioni rapide. Sembra una notifica silenziosa. Basta toccare la notifica «chiudi tutte le schede anonime» e chiuderà tutto silenziosamente di nascosto.

Inoltre, ricorda sempre che chiudere la modalità incognito è fondamentale. Tutto rimane aperto fino a quando non chiudi effettivamente le schede anonime.

Altre applicazioni e browser hanno la modalità in incognito?

Lo fanno di sicuro. Le applicazioni Play Store e Maps di Google hanno la modalità in incognito. La modalità in incognito del Play Store è ancora in fase di test e non completamente implementata. L’idea è quella di permetterti di navigare e cercare le app senza che le tue ricerche vengano registrate. La modalità incognito di Google Maps ti permette di nascondere i tuoi viaggi e le tue ricerche. Tuttavia, nessuna di queste soluzioni impedisce alle altre app di vedere quello che stai facendo.

YouTube ha anche una modalità in incognito. In questo modo impedisce agli altri di vedere la tua cronologia di ricerca e visualizzazione.

Safari per iPhone, iPad e Mac supporta la navigazione privata. Accedi toccando il pulsante delle schede in Safari e selezionando «privato» per aprire una nuova scheda.

Il browser Microsoft Edge ha la modalità InPrivate e Firefox offre il supporto alla navigazione privata per la maggior parte delle piattaforme. Come per altre app, impediscono al browser di registrare la tua cronologia di navigazione quando sei in modalità corretta.

Conclusione

La modalità Incognito di Google Chrome non è una soluzione perfetta, ma ha i suoi usi. Ricorda che non influisce sulla maggior parte delle applicazioni. Se scarichi un’app con contenuti per adulti, è interamente tua responsabilità nasconderla in una cartella o bloccarla con una password.

Che tu abbia qualcosa da nascondere o meno, naviga sempre in sicurezza!

FAQ

Sul tuo dispositivo Android, apri Chrome e tocca il pulsante del menu a tre punti nella barra degli indirizzi. In questo modo, appare una finestra pop-up con varie azioni disponibili, come stellare la pagina o aprire una nuova finestra. Una delle opzioni è «Nuova finestra in incognito». Toccalo e Chrome aprirà una nuova scheda privata. Vedrai la piccola icona a forma di spia con un cappello di feltro e occhiali e una conferma che «Sei anonimo».

La navigazione in modalità in incognito funziona allo stesso modo della modalità normale. L’unica differenza è che cancella le tue «tracce» su internet.

La modalità in incognito, come realizzata in Google Chrome su Android, sostanzialmente nasconde la tua cronologia di navigazione in modo che altre persone non possano vedere i siti che hai visitato. Quindi, in effetti, maschera le tue «impronte» sul web.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova in alto a destra della pagina!