Google Cloud Print: Cos’è e come funziona?

    0
    35

    Non sarebbe meraviglioso se tu potessi stampare da tutti i tuoi dispositivi (computer, telefoni, tablet) a tutte le tue stampanti in qualsiasi momento? Bene, Google Cloud Print permette di abilitare la stampa su tutti i tuoi dispositivi.

    Scopri anche il nuovo servizio di streaming delle partite di Google, Google Stadia!

    Perché farlo?

    I migliori flussi di lavoro e le migliori impostazioni del computer rendono la tua vita più facile e questo è certamente vero per l’impostazione di Google Cloud Print. In questo modo, dopo aver imparato il sistema e averlo impostato, sarai in grado di stampare su tutti i tuoi dispositivi senza molteplici e fastidiosi passaggi.

    In altre parole, non ci sarà più «OK, sto visualizzando questo file sul mio telefono Android, quindi lo salverò sul mio telefono, lo copierò sul mio account Dropbox, accederò al mio computer e lo metterò in Dropbox, e poi lo invierò alla mia stampante di casa». Ci sarà solo «OK, lo stamperò». In questo modo, il sistema Cloud Print lo consegnerà direttamente dal tuo telefono alla stampante che hai selezionato.

    Stampare facilmente da un computer desktop è stato un gioco da ragazzi. Google Cloud Print porta la stessa facilità di stampa con un solo clic su tutti gli altri tuoi dispositivi elettronici.

    Cosa serve?

    Per utilizzare Google Cloud Print, hai bisogno di tre cose principali:

    • Un account Google;
    • Una stampante abilitata a Cloud Print o un computer in grado di eseguire Chrome collegato alla stampante;
    • Un dispositivo abilitato a Cloud Print, per esempio un telefono Android, un dispositivo iOS, un laptop o un tablet.

    Ciò che lega tutto insieme è il tuo account Google e i server Cloud Print. Ciò che è unito dipende dalla tua configurazione personale. Quindi se hai una stampante abilitata all’ultimo Cloud Print, non hai bisogno di un computer che funga da server di stampa.

    Se non hai una stampante abilitata a Cloud Print, avrai bisogno di un computer acceso e collegato alla stampante durante i periodi in cui vuoi stampare.

    Il componente finale è il dispositivo che vuoi configurare per stampare sulla tua stampante Cloud. Questo dispositivo sarà probabilmente mobile perché, dopo tutto, i tuoi dispositivi posizionati in modo permanente, come i computer dell’ufficio di casa, e sono probabilmente già configurati per stampare sul tuo computer di casa con metodi tradizionali.

    Come faccio a configurare le mie stampanti?

    Se hai una stampante abilitata alla stampa Cloud, il modo migliore per impostarla è fare riferimento al manuale, quindi cerca una sezione «Introduzione alla stampa Cloud». L’installazione dovrebbe essere molto semplice.

    Se non hai una stampante abilitata alla stampa Cloud, ci sono alcuni passaggi extra da completare. Quindi, dovrai avere un computer, avere Google Chrome e una stampante.

    Prima di procedere, vai al menu «Dispositivi e stampanti sulla tua macchina» e rimuovi le vecchie stampanti.

    Per prima cosa, devi abilitare Google Cloud Print nella tua installazione di Google Chrome. Questo permetterà a Chrome di agire come un server di stampa per il servizio Cloud Print e di inviare i documenti alle stampanti accessibili al tuo computer.

    In questo modo, clicca sul pulsante «Menu» nell’angolo superiore destro dell’interfaccia di Chrome e seleziona «Impostazioni». Poi clicca su «Mostra opzioni avanzate». Quando vengono visualizzate le opzioni avanzate, vai su «Google Cloud Print».

    Se non hai effettuato l’accesso al tuo account Google in Chrome, il pulsante mostrerà «Accedi a Google Cloud Print». Se hai già effettuato l’accesso, il pulsante visualizzerà «Aggiungi stampanti». Quindi, clicca su «Aggiungi stampanti». Inoltre, controlla l’opzione «Continua l’esecuzione delle applicazioni in background…» che si trova nella sezione «Sistema». Questo assicurerà che il server Cloud Printer rimanga attivo anche quando non stai utilizzando Chrome.

    Dopo aver cliccato su «Aggiungi stampanti», vedrai una schermata di conferma che indica che non è effettivamente necessario eseguire questo passaggio per utilizzare il servizio Cloud Printer.

    Vai avanti e clicca sul pulsante blu «Aggiungi stampante(i)» per continuare. Questo passo aggiunge tutte le stampanti al tuo account Google Cloud Print. Dopo aver aggiunto le stampanti, puoi visualizzarle/gestirle visitando questo link.

    Osservazioni

    Ci sono due cose degne di nota nello screenshot qui sopra. In primo luogo, il pulsante «Condividi» e in secondo luogo, le bandiere «Di mia proprietà» che sono accanto a tutte le stampanti che abbiamo appena aggiunto al sistema. Cloud Print rende facile condividere le stampanti con le persone e condividere i documenti in Google Docs. Quindi invece di impostare una sorta di complessa organizzazione di rete, puoi semplicemente dare all’account Google Cloud Print del tuo amico il permesso di utilizzare la tua stampante. Le stampanti che le persone condividono con te appariranno qui, ma saranno contrassegnate come «Di proprietà di [nome dell’amico qui]».

    Come faccio a stampare dal cloud?

    Ora che le tue stampanti sono abilitate al cloud, dobbiamo occuparci dell’attività più importante di tutte: portare i documenti dai tuoi dispositivi alle tue stampanti.

    Se stai stampando su un’applicazione Google di qualsiasi tipo, la vita non potrebbe essere più facile. Quindi sarai in grado di stampare direttamente da Google Apps sul servizio Google Cloud Printer. Per esempio, ecco alcuni screenshot che inviano un file da Google Drive, tramite il mio telefono Android, alla stampante.

    Devi solo aprire il documento, cliccare sul «Menu» in alto a destra, selezionare «Stampa», selezionare la stampante e rivedere le opzioni di stampa prima di cliccare «Stampa».

    Quando non stai stampando direttamente da un’applicazione Google o da un’istanza di Google Chrome con la sincronizzazione dell’account abilitata, avrai bisogno di un’applicazione di aiuto di qualche tipo. Ci sono applicazioni di aiuto disponibili per Android, iOS, Windows e OS X che estendono la funzionalità di stampa oltre Chrome/Google Apps a qualsiasi app abilitata alla stampa sul sistema.

    Inoltre, puoi controllare la lista delle applicazioni nella sezione Google Cloud Print Supported Apps e prendere lo strumento appropriato per il tuo sistema.

    Dopo aver completato il semplice processo di configurazione, il potenziale del sistema Cloud Print è vasto. Così puoi condividere una stampante con un amico o un collega che ha bisogno di inviare abitualmente documenti fisici, puoi impostare una stampante fotografica condivisa a casa dei tuoi genitori in modo che tu e i tuoi fratelli possiate inviare automaticamente le foto dei nipoti e così via.

    Fonte: How To Geek

    Ti è piaciuto? Hai capito come usare Google Cloud Print? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare sull’immagine blu qui sotto!