I migliori film horror Amazon Prime: controlla la lista!

    0
    43

    Il terrore può arrivare in molte forme. Clown, vampiri, fantasmi e serial killer, solo per citarne alcuni. Ma nonostante questo, molte persone si divertono a guardare film horror. Pertanto, gli abbonati ad Amazon Prime saranno felici di sapere che la piattaforma di streaming ospita i migliori film horror. Tuttavia, con centinaia di titoli del genere, è difficile selezionare i migliori.

    Controlla anche le migliori serie su Amazon Prime Video!

    Ma siamo qui per questo. Quindi se vuoi goderti una notte di intenso orrore, dai un’occhiata alla nostra lista dei migliori film horror che puoi guardare su Amazon Prime oggi. Dai un’occhiata:

    Cimitero Maledetto (2019)

    Quando il tuo vicino ti dice «a volte la morte è meglio», probabilmente dovresti ascoltare. In questa rivisitazione del 2019 del classico di Stephen King, il dottor Louis Creed (Jason Clarke) e la sua famiglia si trasferiscono nel Maine per un nuovo lavoro in campagna. La nuova casa della famiglia è affascinante e spaziosa, ma annidato nel profondo del bosco dietro il domicilio c’è un esteso cimitero di animali domestici – con il mitico potere di resuscitare i morti.

    Quando la tragedia colpisce i Creed, Louis e il suo vicino Jud Crandall (John Lithgow) si rivolgono al cimitero in cerca del suo terreno rianimato. Non è una buona idea, perché quelli portati dall’altra parte non sono gli stessi.  Kevin Kolsch e Dennis Widmyer consegnano un remake horror solido e incentrato sui personaggi con abbastanza spina dorsale per le loro nuove idee, ma con molti riferimenti all’iconico adattamento cinematografico del 1989 che lo ha preceduto.

    Extermination (2002)

    Jim (Cillian Murphy), un corriere in bicicletta, si sveglia da un coma per ritrovarsi in una Londra deserta Beh, non del tutto deserto In questo modo, ci sono umani infettati dal virus della rabbia che sciamano per le strade come cani selvatici Sono veloci, rabbiosi e mordono Jim viene attaccato dagli infetti, ma viene salvato da Selena e Mark Pertanto, il trio appena scoperto fa piani per andare alla casa d’infanzia di Jim Dopo una scoperta morbosa sulla scena (e un guerriero caduto), Jim e Selena decidono di lasciare la città Ma grazie agli infetti, la loro uscita non sarà facile In questo modo, Danny Boyle dirige una sceneggiatura di Alex Garland Se sei un fan del genere zombie, Termination armeggia felicemente con la formula dei non morti, ma aumenta l’aggressività di quasi 10 volte.

    La casa del diavolo (2009)

    Salutato come un ritorno al cinema horror degli anni ’70 e ’80, La casa del diavolo di Ti West segue Samantha Hughes (Jocelin Donahue), una studentessa universitaria sfortunata che ha bisogno di un po’ di soldi.  Così, decide di accettare un lavoro da babysitter. Qual è il problema, giusto?  Beh, si scopre che non c’è un vero e proprio «bambino» nella residenza. Invece, Samantha è incaricata di prendersi cura della madre malata della moglie del proprietario, un uomo misterioso chiamato Mr. Ulman (Tom Noonan). 

    Mentre la notte progredisce, lo spettacolo si trasforma in un incubo totale quando un evento bizzarro porta al successivo. Ma coloro che hanno bisogno di uno schiaffo in faccia, sangue e brividi potrebbero non essere soddisfatti dalla lenta e atmosferica combustione di The House of the Demon, e va bene così. Ma coloro che sono disposti ad immergersi nella graduale festa della tensione non saranno delusi dal brillante omaggio di Ti West all’apice dell’horror.

    Hereditary (2018)

    Questo è il debutto cinematografico di uno dei nuovi autori del genere, Ari Aster. In questo modo, questa storia orribile e terrificante segue una famiglia in lutto di quattro persone, alcuni spiriti apparentemente malevoli e la possibilità che una storia di malattia mentale abbia afflitto la stirpe, portando ad una serie di morti elaborate – o è tutto parte di un piano più grande?  In questo modo, Toni Collette è affascinante come l’emotivamente volatile Annie, la matriarca del clan condannato del film. Inoltre, la sua potente performance è ulteriormente supportata dal talento dei co-protagonisti Gabriel Byrne (il padre), Peter Wolff (il figlio) e Milly Shapiro (la figlia estremamente insolita, Charlie). Con set che sembrano labirinti elaborati e un lavoro di ripresa che aggancia davvero lo spettatore nei labirinti fisici e metaforici della famiglia, Hereditary è uno di cui parleremo per molto tempo.

    Zombie Invasion (2016)

    È l’apocalisse degli zombie e i passeggeri di un treno per Busan sono intrappolati mentre i non morti cercano carne umana di cui nutrirsi. Così ambientato in Corea del Sud, la trama ruota intorno a Seok-woo (Gong Yoo), un padre divorziato che viaggia con sua figlia. Inoltre, la piccola unità familiare incontra un certo numero di persone durante il loro viaggio in treno, incluso un CEO egoista, una cheerleader e un senzatetto clandestino. Ma quando una donna infetta sale sul treno, la sopravvivenza diventa una lotta tra la vita e la morte. In questo modo, gli amanti del genere non-morto si sentiranno a casa con questo film pieno di suspense.

    Midsommar – Il male non aspetta la notte (2019)

    Un culto pagano è al centro di questo film raccapricciante su un gruppo di amici che viaggia in Svezia per partecipare ad un festival che avviene solo ogni 90 anni… ma ottiene più di quanto si aspettasse al suo arrivo. Il tono è immediatamente impostato quando scoprono che la contorta e inquietante comunità è coinvolta in sacrifici umani e nella purificazione del male. È inquietante, ma se ti piace questo genere di cose, è il film perfetto da guardare. Una colonna sonora ipnotica e piena di paura di Bobby Krlic, in contrasto con le immagini luminose ed eteree di Pawel Pogorzelski, sarà una delizia per i cinefili. Ma chiunque preferisca l’inquietante al terrificante dovrebbe sentirsi legato a Midsommar – Il male non aspetta la notte quasi istantaneamente.

    The Lighthouse (2019)

    Uno dei film più recenti di questa lista, The Lighthouse è girato in bianco e nero ed esclusivamente in un rapporto 1.19: 1 quasi quadrato per impostare la scena storica. L’ambientazione è la fine del XIX secolo e una tempesta infuria in due fari su un’isola remota. Mentre cercano di sopravvivere senza impazzire e uccidersi a vicenda, hanno visioni vivide e spaventose e rivelano presunti segreti. Lo scrittore Robert Eggers ha detto che suo fratello, che ha co-scritto il film con lui, inizialmente voleva fare il film una versione contemporanea di The Light-House di Edgar Allan Poe, ma poi si è evoluto in qualcosa di completamente diverso e molto terrificante.

    La notte dei morti viventi (1968)

    Visione obbligatoria per ogni fan dei film horror classici e considerato il più grande film di zombie di tutti i tempi, La notte dei morti viventi segue sette persone intrappolate in una fattoria rurale, circondate da branchi di non morti che sono disperatamente alla ricerca della loro carne. Nonostante un piccolo budget, ha ottenuto un buon risultato al botteghino. Il film da allora è diventato un classico di culto ed è stato analizzato non solo per la sua qualità cinematografica, ma anche interpretato come uno squisito (anche se visivamente orribile) commento sociale.

    Il segreto della baita (2012)

    Quando un gruppo di studenti del college va in una baita nei boschi per un po’ di riposo e relax, ottengono più di quanto si aspettassero. In questo modo, sembra che ci siano «tecnici» malvagi in un laboratorio sotterraneo che li osservano, nutrendoli con droghe per monitorare le loro reazioni e guardando mentre mostri e zombie li attaccano. Mentre la trama sembra qualcosa di un film horror indipendente di serie B a basso costo, il film, prodotto e scritto da Joss Whedon, è stato ben accolto dalla critica e dal pubblico.

    Suspiria (2018)

    Con il successo del suo film del 2017, Chiamami col tuo nome, il regista Luca Guadagnino si è buttato a capofitto nella produzione di Suspiria, un remake dell’incubo in Technicolor del 1977 di Dario Argento su una prestigiosa accademia di danza tedesca con un passato misterioso e sordido. Nell’interpretazione di Guadagnino, Dakota Johnson interpreta Susie Bannion, la nuova arrivata americana nella scuola straniera e che ha un orribile primo giorno di scuola. Una studentessa espulsa, Patricia Hingle (Chloë Grace Moretz), viene uccisa e non molto tempo dopo, l’ex-iscritta confessa al suo terapista che l’accademia di danza è gestita da streghe malvagie.

    Paranormal Phenomena (2011)

    La critica rimane divisa su Paranormal Phenomena, ma per quelli con una mente aperta e un desiderio di ridere, è il film perfetto. L’ambientazione è abbastanza familiare, grazie alla lunga e vivace storia di spettacoli di caccia ai fantasmi sul nostro pianeta, come The Ghostbusters e il recente documentario horror di Netflix, Haunted. In questo modo, il film segue una squadra di ricerca paranormale che indaga su un manicomio abbandonato che si suppone sia infestato – cosa potrebbe mai andare storto? Mentre gli spazzini emergono, le uscite scompaiono e il tempo comincia a piegarsi, i membri dell’equipaggio cominciano a cadere come mosche. Non è un film nominato all’Oscar, ma per gli irriducibili fan del cinema, Paranormal Phenomena è un costante rompicapo di genere che, una volta iniziato, non vorrai più smettere.

    Vivarium (2019)

    Ah sì, le gioie di comprare la tua prima casa. Come se i costi di chiusura, le ispezioni e i dolori del giorno del trasloco non fossero un inferno, immagina di essere bloccato in un quartiere dove ogni casa sembra esattamente la stessa – e non c’è scampo. È qui che inizia il regista / co-sceneggiatore Lorcan Finnegan di Vivarium. Dopo che Tom e Gemma (Jesse Eisenberg e Imogen Poots) si recano nel misterioso complesso Yonder con il loro eccentrico agente immobiliare, Martin (Jonathan Aris), l’agente sembra scomparire. Dopo ulteriori indagini, la coppia scopre che Yonder sembra non avere una fine visibile e che non importa dove vadano o cosa facciano, Tom e Gemma non possono scappare dalla sua «casa dei sogni». Anche dopo averla bruciata, riappare magicamente.

    Vivarium è una coproduzione tra Irlanda, Danimarca e Belgio che ha avuto la sua prima mondiale a Cannes 2019. Un incubo labirintico, Eisenberg e Poots fioriscono nei panni di Tom e Gemma, una giovane coppia innocente che lentamente inizia a perdere la testa e la presa complessiva sulla realtà, specialmente quando arriva un neonato che appare dal nulla. Questo labirinto di periferia è tutto nella loro testa o ci sono forze sinistre in gioco? Dovrai solo guardare per scoprirlo.

    Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova in alto a destra della pagina!