I migliori giochi per PSP: guarda la lista dei migliori giochi!

0
58

La PSP è un classico delle console portatili. In questo modo, questo piccolo palmare era stato pensato per essere una PS2 che stava nella tua tasca posteriore. Ma anche se non ha raggiunto questo obiettivo, ci sono molte cose buone sulla PlayStation Portable. Non solo era la casa di alcuni dei migliori giochi PS2 di tutti i tempi, ai quali è stata data una nuova vita sul portatile, ma vantava anche una propria collezione di giochi PSP brillanti, strani e creativi.

Vedi anche i migliori giochi per Xbox 360!

Se potevi perdonare il peso del sistema e l’analogico goffo, la PSP era un paese delle meraviglie. In questo modo, era pieno di giochi ricchi che sembravano perfettamente incastrati tra le esperienze brevi che si trovavano su, diciamo, un GameBoy, e le esperienze più lunghe che si trovavano sulla PS2.  Quindi oggi abbiamo separato i migliori giochi della storia della PSP. Controllali:

13. LocoRoco 2

LocoRoco 2 è impossibile da odiare. In questo modo, vai avanti e fai una prova.  Dopo pochi minuti con il simpatico rompicapo a piattaforme di Japan Studio, anche tu canterai insieme ai blob e passerai ogni secondo in più ad esplorare il suo mondo ricco e colorato.

Tutto ciò che ha reso LocoRoco un successo rivoluzionario ritorna in questo sequel, comprese le meccaniche di gioco che richiedono un «momento» per essere apprese. Inoltre, dovrai anche diventare un esperto nel far rotolare, sbattere e distruggere i LocoRocos nei loro ambienti se vuoi raccogliere tutti i segreti e le missioni bonus del gioco. Non lasciare che l’atmosfera da cartone animato del sabato mattina ti spenga. LocoRoco 2 è tanto impegnativo quanto affascinante e tanto contorto quanto carino.

12. Valkyria Chronicles 2

Si temeva che questo seguito portatile di Valkyria Chronicles per PS3 avrebbe privato la serie della sua ampiezza e profondità, ma Sega ha gestito la transizione come un campione. In questo modo, Valkyria Chronicles II riprende la storia di Avan Hardin senza perdere un passo, impostandoti su un percorso attraverso l’Accademia Militare Reale di Lanseal che ti vedrà affrontare conflitti dentro e fuori il campo di battaglia che sono complessi e soddisfacenti come prima.

In questo modo, dopo aver trascorso innumerevoli ore a gestire le truppe, personalizzare i veicoli e affinare la tua strategia nella guerra per la Gallia, sarà chiaro che questa voce portatile di Valkyria Chronicles può stare in piedi da sola.

11. Final Fantasy Tactics: The War of the Lions

Come remake aggiornato di Final Fantasy Tactics dalla prima console PlayStation, Final Fantasy Tactics: The War of the Lions estende la bontà dell’RPG tattico con nuovi personaggi, lavori e scene che danno anche ai veterani dell’originale una motivazione per tornare nella mischia.

In questo modo, se non ti perdi nella trama labirintica, passerai giorni ad armeggiare con il tuo esercito e a perfezionare la tua strategia sul campo. Come nell’originale, il gioco non è buono per i principianti. Ma coloro che passano il tempo ad imparare il suo funzionamento interno si troveranno senza dubbio dedicati alla causa.

10. Castlevania: The Dracula X Chronicles

Per anni, Dracula X: Rondo of Blood è stato considerato un santo graal perduto della serie Castlevania, bloccato come una rara esclusiva giapponese. Poi è arrivato Castlevania: The Dracula X Chronicles, che contiene non solo questo remake 2.5D di Rondo, ma la versione originale e aggiornata della leggendaria Symphony of the Night per PlayStation 1. In questo modo, il pacchetto completo è una «lettera d’amore» ai fan, pieno di personaggi eccentrici e una nuova modalità Boss. Inoltre, vale la pena ricordare che ad oggi rimane uno dei migliori giochi della serie.

9. Power Stone Collection

Dimenticando il fatto che questa compilation offre due giochi in uno (Power Stone e Power Stone 2), Power Stone ha reso i combattimenti multigiocatore 3D cool molto prima che queste sofisticate PlayStation All-Stars entrassero in scena. In questo modo, il gioco offre un’intera pila di combattenti giocabili, tutti che illuminano le arene con un’azione esplosiva e ingegnosa.

La decisione di portare la serie Power Stone, precedentemente esclusiva del Dreamcast, sulla PSP di Sony è stata una scelta ispirata, non solo perché il «PC portatile» era un luogo ideale per un’azione arcade veloce e intuitiva, ma perché ha dimostrato come la PSP possa dare una seconda possibilità alle serie meno conosciute. Quindi, in molti modi, la PSP è il Dreamcast delle console portatili – un luogo incompreso per la creazione di giochi brillanti e originali.

8. Monster Hunter Freedom

Monster Hunter Freedom richiede il meglio di te. Quindi, il gioco richiede astuzia, pazienza, la capacità di prendere botte e la volontà di tornare per avere di più. Tuttavia, per chi è disposto ad accettare una sfida è anche una delle esperienze più gratificanti sulla PSP.

Monster Hunter Freedom è un enorme gioco di caccia ai mostri pieno di prede che faranno passare il tuo guerriero attraverso l’inferno e ritorno. Puoi provare a farti strada attraverso le taglie del gioco iniziale, ma i nemici più grandi richiedono sperimentazione e una pianificazione esperta. Detto questo, la genialità di Monster Hunter Freedom è che vorrai continuare a provare, non solo per raccogliere le ricompense del gioco, ma per immergerti in quel raro senso di realizzazione che si ottiene solo guardando in faccia avversari veramente difficili e vivendo per raccontarlo. Inoltre, questo gioco ha reso «MonHun» un tesoro internazionale.

7. Final Fantasy 7: Crisis Core

Final Fantasy 7: Crisis Core riporta i fan in uno dei regni di gioco più iconici in un modo che sembra giusto su una piattaforma portatile. Ci sono ancora molte opportunità di giocare con Zack e altri nomi familiari di FF7, ma le missioni brevi mettono fine a lunghi tropi RPG e ti permettono di riprendere l’avventura al tuo ritmo.

Anche la funzione delle slot (soprannominata Digital Mind Wave) mantiene l’azione e inietta un senso di fortuna e sorpresa in ogni incontro. Può funzionare diversamente da come eravamo abituati, ma Crisis Core mantiene intatte le componenti di FF7 offrendo una nuova versione di un racconto classico. Inoltre, questo è stato uno dei primi grandi progetti di Hajime Tabata, che ha diretto la grande serie con Final Fantasy 15.

6. Grand Theft Auto: Vice City Stories

Grand Theft Auto: Vice City Stories (VCS) non è il primo spin-off portatile di GTA, ma è il più curato del suo genere sulla lista PSP. Un prequel di Grand Theft Auto: Vice City per PS2, VCS spinge la PSP in tutti i posti giusti per dare vita al mondo di Grand Theft Auto in modi che sembrano impossibili per la PSP tecnologicamente limitata. Ma questo è stato in parte grazie ad un nuovo motore di gioco, con il risultato di un GTA portatile più pulito e visivamente più attraente. Anche nel mondo post-GTA Online, è un risultato tecnico e creativo.

5. Patapon 3

Quello che fai in questa bizzarra serie esclusiva per PSP è difficile da descrivere senza usare la parola Patapon stessa. In questo modo, è un gioco che marcia al ritmo del proprio tamburo, prendendo in prestito note dal genere rhythm game per comporre una melodia unica tutta sua. È come se i Lemmings incontrassero Elite Beat Agents. O LocoRoco che incontra Donkey Konga.

Con Patapon 3, lo sviluppatore Pyramid perfeziona la sua formula. Ancora una volta, il gioco ti sfida a guidare un esercito di Patapons alla vittoria contro i Sette Arcidemoni del Male, battendo i tamburi per controllare le tue azioni.  I controlli sono più intuitivi, la grafica è più varia e il multiplayer aggiunge una dimensione completamente nuova alla ricerca dei Patapons. In questo modo, è un sequel che aggiunge miglioramenti in quasi ogni aspetto del gioco senza perdere il ritmo.

4. Daxter

Daxter è lo spin-off della serie Jak & Daxter PS2 che non avresti mai pensato possibile. Ambientandosi all’inizio di Jak 2, l’insolito platform/sparatutto a mondo aperto di Ready at Dawn racconta le avventure del giocoso gattopardo Daxter mentre cerca di salvare il suo amico Jak dalle grinfie del Barone Praxis. In questo modo, se non hai mai giocato a un gioco di Jak & Daxter prima d’ora, allora quella frase potrebbe benissimo essere una sciocchezza per le tue orecchie, rendendo questa un’esperienza orientata ai fan del franchise sopra ogni altra cosa. 

Eppure, la fedeltà visiva e di gioco di Daxter su una console così piccola e portatile era davvero impressionante all’epoca, e il titolo è ancora oggi una grande avventura d’azione di qualità con una storia coerente nei toni che merita il marchio Jak & Daxter. C’è azione, dramma, risate, combattimenti con i boss, LAN multiplayer, mini-giochi, oggetti da collezione e molto altro da godere in Daxter, rendendolo un gioco imperdibile per gli appassionati della PSP.

3. God of War: Ghost of Sparta

Ready at Dawn e SCE Santa Monica Studio hanno catturato il fulmine di Zeus in una bottiglia quando hanno incastrato la serie God of War nel portatile di Sony. God of War: Chains of Olympus è stato un risultato impressionante, ma Ghost of Sparta lo ha superato con un’avventura elegante e bella.

Seguendo la ricerca di Kratos per suo fratello Deimos, Ghost of Sparta è essenziale per i seguaci del canone della serie. E anche se non raggiunge la stessa scala dei suoi fratelli della console, ci si avvicina molto, mostrando alcune nuove mosse lungo la strada. Nel momento in cui ti immergi nelle profondità di Atlantide, nuoti nel Fiume del Lamento e apri un varco nel Regno della Morte, ti sentirai come se fossi sopravvissuto ad un autentico gioco del mito greco.

2. Metal Gear Solid: Peace Walker

Metal Gear Solid: Peace Walker cattura la sensazione di blockbuster delle sue controparti console in un modo che ti fa chiedere se Hideo Kojima ha segretamente aggiornato le nostre PSP. La folle trama, i numerosi contenuti bonus e la costruzione ossessiva dell’esercito utilizzati in seguito in Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain ti tiene in estasi per tutte le 30 ore di durata. Sì, trenta.

L’azione mescola i classici calci in culo di Snake con una profonda gestione della squadra che ti vede mettere a punto le complessità di Mother Base mentre addestri Militaires Sans Frontires per l’invio in missione. Quindi, combinati con il multiplayer cooperativo e le modalità versus ops, questi elementi fanno sembrare che Peace Walker stia per esplodere dal suo UMD da un momento all’altro. Ma per cominciare, a Snake non piace mai stare nei limiti.

1. Lumines

Lumines è senza tempo. Il puzzle psichedelico di Tetsuya Mizuguchi placa il nostro prurito per la sinestesia utilizzando la luce e il suono in modi che fanno sembrare ogni turno nuovo ed eccitante come il precedente, anche più di un decennio dopo la sua uscita. In questo modo, Lumines trasforma la combinazione di blocchi in un’arte, cambiando il paesaggio con ogni pelle e sviluppando un concetto ben noto in una vacanza «zen», allucinante e vibrante per i sensi.

Il fatto che un titolo di lancio della PSP rimanga il suo più grande successo dice molto, ma basta qualche giro con questo prodigio musicale per capire perché. Anche se ha dei seguiti su PS3, PS Vita, persino iOS e Android, quello sulla PSP originale è ancora il migliore.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!