Le migliori fondatrici finanziate in ogni stato

Le migliori donne imprenditrici e fondatori negli Stati Uniti stanno andando bene, ma c’è una considerevole, ma c’è una considerevole, ma c’è una considerevole, ma c’è una consumabile consumabile Gap dall’alto verso il basso. Ma c’è un divario ancora più grande tra ciò che i fondatori maschili e femminili ricevono nei finanziamenti.

Secondo PitchBook, nel 2019 solo il 2,8% delle società fondate esclusivamente da donne si è assicurata il capitale totale investito in startup sostenute da venture capital negli Stati Uniti. Salta di quasi il 10% (12,4%) quando è co-fondato da imprenditori femminili e maschi.

Per quanto desolato possa sembrare, questo non ha impedito alle fondatori di inseguire i loro sogni. E quando lo fanno, offrono rendimenti migliori per i loro investitori. Uno studio del gruppo di consulenza di Boston ha rivelato startup fondate da donne generate 78 centesimi di entrate per ogni dollaro di investimenti rispetto a soli 31 centesimi per le startup gestite da maschi. Quindi, come stanno le fondatori negli Stati Uniti?

Un nuovo rapporto di Business Financing.co.uk intitolato “La principale fondatrice in ogni mappa del mondo del paese” mostra le principali fondatori di donne in ogni paese. La mappa negli Stati Uniti approfondisce mostrando i migliori fondatori in ogni stato.

La società ha analizzato i dati dalla risorsa di informazioni aziendali di Crunchbase per identificare la principale fondatrice. Ha quindi utilizzato le informazioni per creare mappe con le principali fondatori negli stati e nei paesi pertinenti.

Alla fine, il set di dati per il risultato contiene 107 fondatori e co-fondatori in 102 paesi del mondo. I dati statunitensi hanno 57 fondatori di 50 stati e Washington D.C.

Donne imprenditrici negli Stati Uniti

Come la più grande economia del mondo, le fondatori femminili negli Stati Uniti Avere opportunità migliori di molte persone in altri paesi. Il risultato mostra più startup multimilionari/miliardi negli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altro paese. E contrariamente alla credenza popolare, non sono tutti in California e New York.

Ogni stato ha le proprie imprese e fondatori di successo responsabili dello sviluppo del business nelle loro comunità.

I primi dieci fondatori negli Stati Uniti

Rebekah Neumann

La principale fondatrice negli Stati Uniti è Rebekah Neumann della We Company a $ 19,5 miliardi. Neumann è co-fondatore insieme ad Adam Neumann e Miguel McKelvey. Mentre lavoriamo, una filiale della We Company continua ad affrontare il fiasco dei suoi piani IPO che scende nel 2019, solo il tempo dirà dove si sta dirigendo questa società. Ma è giusto dire che Neuman non sarà in cima alla lista quest’anno. Tutti i fondatori da allora si sono dimessi e la società ora ha un nuovo presidente esecutivo.

Kathryn Petralia

Kathryn Petralia La co-fondatrice e presidente di Kabbage è stata nominata nona donna più potente in finanza da Forbes nel 2017. Nel 2018 Petralia è stata nominata la Fintech Woman of the Year, di nuovo di Forbes. Dopo aver raccolto $ 2,5 miliardi di finanziamenti, Kabbage è stato previsto per essere uno dei principali istituti di credito online negli Stati Uniti, tuttavia, la pandemia ha cambiato tutto ciò.

Nell’aprile del 2020 la società ha smesso di prestare denaro alle piccole imprese. Kabbage ha affermato che il motivo principale di questa decisione è che le piccole imprese non sono state in grado di generare alcun reddito durante i blocchi in tutto il paese. Il 17 agosto 2020, American Express ha annunciato che sta acquistando Kabbage. I termini dell’accordo non sono stati divulgati, ma chiuderà alla fine del 2020.

Jennifer Parke

Jennifer Parke è co-fondatrice di Fair, A Compagnia di leasing automobilistico nel segmento di auto-as-a-service. Ad oggi, la società ha raccolto finanziamenti per $ 2,1 miliardi.

Parke ha una vasta esperienza nella direzione artistica e nel design. Il suo background include lavorare per marchi come Apple, Cisco, Old Navy e HBO per citarne alcuni. Inoltre, Parke è responsabile della creazione di diverse aziende: Sugar Shots, Subgiant e Boombang Inc.,

Reshma Shetty

Uno dei sei fondatori di Ginko Bioworks, Reshma Shettytty E la sua compagnia ha raccolto quasi $ 720 milioni fino ad oggi. Questa è un’azienda che sviluppa prodotti ingegneristici biologici e microbi personalizzati su più mercati. Shetty ha ricevuto il suo dottorato di ricerca. in ingegneria biologica dal MIT e ha anche un B.S. in informatica presso l’Università dello Utah.

Biotech e Health sono le industrie più inclusive quando si tratta di fondatrici. Ventitre delle 57 donne nei dati statunitensi sono in questi segmenti.

Tanya Lipscomb

Oltre ad essere co-fondatore di Inscripta, Tanay Lipscomb è stato anche Chief Technology Officer (CTO) e VP di R&S. Ad oggi, la società ha raccolto $ 259 milioni. Inscripta è un’altra società biotecnologica che sviluppa la prima piattaforma di banco al mondo per l’ingegneria del genoma digitale scalabile.

Dal 2018 Lipscomb si è trasferito come imprenditore di biotecnologie e consulente per il Novo Nordisk Foundation Center for Biosustainability and Chief Technology Officer per le biotecnologie artigianali. Ha un dottorato di ricerca. in ingegneria chimica e biologica presso l’Università del Colorado Boulder e una BS in ingegneria chimica presso la Kansas State University.

Altre fondatori nell’elenco degli Stati Uniti

Ayla Rogers, Laura Oden e Celia MacLeod

Anche se sono i fondatori con i fondatori La minima quantità di denaro nella lista a $ 505.000 Ayla Rogers, Laura Oden e Celia MacLeod hanno un ottimo affare per le scarpe Pandere. Con sede in Alaska, l’azienda ha ritagliato un mercato di nicchia nel settore, facendo scarpe regolabili alla caviglia, a metà piedi e punta. Se hai i piedi larghi, Pandere Shoes è la compagnia per te.

Sevetri M. Wilson

Con un importo di finanziamento totale di $ 10,4 milioni, Sevetri M. Wilson è CEO e fondatore di Resilia. La società di Wilson fornisce alle organizzazioni strumenti su richiesta che ottimizzano le operazioni e ne aumentano l’efficacia. Semplifica anche la formazione di nuove organizzazioni non profit.

La piattaforma aziendale offre software intuitivi e entità governativi e entità governative in modo da poter sfruttare la tecnologia per accelerare l’impatto e aumentare la connettività. Wilson ha conseguito MPP (Master in Public Policy) presso la Harvard University e un BA e MA dalla LSU in storia e comunicazioni di massa.

Jessica Rolph

Dall’Idaho, Jessica Rolph è CEO e co-fondatrice di Lovevery, che ha raccolto quasi 26 milioni di dollari in finanziamenti. L’attività di Rolph è una nuova società di sviluppo per bambini che aiuta i genitori a garantire che stiano sfruttando al massimo ogni fase di apprendimento. Rolph è anche co-fondatore e COO di Happy Family, il primo marchio biologico a offrire una linea di cibi biologici per neonati, bambini e bambini.

Rolph ha un MBA presso la Cornell University-Johnson Graduate School of Management.

Suzanne Sysko Clough, MD

Con oltre 55 milioni di dollari, Suzanne Sysko Clough è un’altra fondatrice nel settore biotecnole e sanitario. Il dott. Clough era co-fondatore e direttore medico di Welldoc. Il Dr. Clough da quando ha co-fondato Clough Health and Services e funge da Chief Medical Officer presso QualityCare Connect e Amalgam.

Clough ha conseguito la laurea in medicina presso la School of Medicine dell’Università del Maryland.

Courtney Spence

Come co-fondatore e CMO della Kenzie Academy, la compagnia di Courtney Spence ha raccolto oltre $ 113 milioni. Spence è un imprenditore seriale che ha anche fondato Cspence Group e studenti del mondo.

Spence è laureato alla Duke University.

Imprenditori globali

A livello globale le migliori imprenditrici rappresentano diverse industrie, ma Financial e Fintech rappresentano la metà dei fondatori.

Il primo posto con $ 22 miliardi va a Lucy Peng in Cina, che è il presidente esecutivo di Ant Financial Services. Questo è il braccio finanziario online del gruppo Alibaba. Al numero due è il menzionato in precedenza Rebekah Neumann dagli Stati Uniti, seguito da Tan Hooi Ling di Singapore con $ 9,9 miliardi come co-fondatore di Grab. Grab è un’app che fornisce servizi di trasporto, logistica e finanziari.

Kate Keenan dall’Australia è al numero quattro con $ 1,4 miliardi come co-fondatrice e CMO per Judo Bank. E Victoria Van Lennep del Regno Unito raccoglie i primi cinque con $ 1,2 miliardi come co-fondatrice di Lendable, una società fintech.

Industrie che rappresentano le donne fondatori

Rivela Forbes Il 32% delle 1.714 donne fondatori nel suo rapporto rappresenta il software, la biotecnologia e le industrie sanitarie. Proprio come in questo rapporto i segmenti biotecnologici e sanitari rappresentano imprenditrici in numero più elevato. Ma le donne sono in molti settori e alcune hanno una rappresentanza imprenditrici più elevate mentre altre lasciano molto a desiderare.

In parte, questo ha spinto le donne a bootstrap la propria attività e crescere da lì. Le donne imprenditrici che hanno iniziato un trambusto laterale e lo hanno cresciuto per diventare aziende da miliardi di dollari si stanno svolgendo più spesso. Con l’avvento di Internet e dei social media, diverse donne hanno trasformato le loro passioni in aziende che ora sono unicorni.

Pat McGrath, una truccatrice, è una delle imprenditrici che ora hanno un’attività con una valutazione da miliardi di dollari. Emily Weiss ha girato il suo trambusto, che era il blog nel lucentezza il veicolo per il suo brillantezza. L’azienda ora ha una valutazione di $ 1,2 miliardi.

Anche se la valutazione da miliardi di dollari di un’azienda riceve più attenzione, ci sono decine di migliaia di donne imprenditrici che hanno successo. E non tutti misurano il successo allo stesso modo. Un fondatore nel segmento no profit ha un obiettivo molto diverso da un fondatore di FinTech.

Finché una donna imprenditrice ha le stesse opportunità che hanno dimostrato di poter far crescere la propria attività a grandi altezze. L’esperienza, l’educazione giusta e la guida di alcuni grandi mentori non fanno male. Ma per la maggior parte delle persone di grande successo in questo elenco, tutto inizia con una solida educazione da una buona scuola.

La scuola giusta

Quando si tratta di istruzione, la scuola in cui vai non determinerà il successo della tua attività, ma può darti un avvertimento. Dei fondatori, Medium ha tenuto traccia di un rapporto, il 25% di loro è rappresentato da sole otto università universitarie. Inoltre, solo 10 programmi di laurea rappresentano il 59% di tutto il capitale raccolto dai primi 300 fondatori.

Di Company Count, Harvard University, Stanford University e Cornell University sono le prime tre istituzioni di laurea. E i migliori programmi di laurea in base al conteggio dell’azienda sono la Harvard Business School, la Harvard University e la Wharton School dell’Università della Pennsylvania.

Non puoi sbagliare con una grande educazione, ma andare in una di queste scuole non è una garanzia che avrai successo. Il mondo degli affari è pieno di persone senza troppa istruzione che hanno molto successo. Il duro lavoro e la determinazione sono stati responsabili del successo di innumerevoli imprenditori. Ma per le donne, anche una laurea in queste scuole non le proteggerà dal pregiudizio che dovranno affrontare quando cercano finanziamenti.

La distorsione di genere nel capitale di rischio

Ci sono dati indiscussi che mostrano che le fondatori non ottengono lo stesso investimento delle loro controparti maschili dalle società di capitali di rischio. Secondo il rapporto di diversità Curnchbase Q1 2019, l’83% dei dollari di rischio è andato solo ai fondatori di sesso maschile. E come accennato in precedenza, è inferiore al 3% per le donne solo femminili. Ma il pregiudizio va ancora oltre. Le donne imprenditrici vengono esaminate in modo molto diverso. Gli investitori sono più propensi a porre domande incentrate sulla promozione degli imprenditori di sesso maschile e domande incentrate sulla prevenzione della prevenzione.

Perché è così importante? Perché lo studio dell’Accademia di Management afferma che ha un impatto su quanto aumentano. E si traduce in risultati di finanziamento divergenti. L’importo di coloro a cui sono state poste domande incentrate sulla promozione sollevate, “quantità significativamente più elevate di finanziamento rispetto a quelle poste a domande incentrate sulla prevenzione.

La buona notizia è che le donne imprenditoriali vengono riconosciute e supportate per il loro duro lavoro . Il round di semi medio per la sola femmina fondata è salito a $ 1,2 milioni nel 2019, che è quasi lo stesso dei fondatori di maschi a $ 1,35 milioni. Inoltre, ci sono stati 21 unicorni in quell’anno scorso fondati da donne imprenditrici, si tratta di imprese di startup con un valore di oltre $ 1 miliardo.

Alla fine della giornata, gli investitori stanno cercando di aumentare il loro investimento e il genere non dovrebbero svolgere un ruolo in quanto è buona un’idea. Se tutti i dati indicano un grande investimento, le donne dovrebbero ottenere i finanziamenti proprio come gli uomini. Dopotutto, le donne imprenditrici stanno fornendo rendimenti migliori per ogni dollaro investito. E questo sta guidando la crescita delle fondatori a livello globale.

Il 2020: il decennio di crescita per le fondatori

Il primo trimestre del 2020 iniziò con un botto per le fondatori. Un record di $ 5,2 miliardi (secondo trimestre 2019) di capitale è stato investito con 629 accordi. Questo secondo l’analisi del cruscotto di Female Fematrici VC di Pitchbook. Il grande inizio nel 2020 è stato guidato da una stellare 2019 in cui le fondatori hanno raccolto $ 17,2 miliardi.

Tuttavia, la pandemia ha messo a dura prova l’ottimismo del nuovo decennio con il terzo trimestre che offre solo $ 1,8 miliardi di investimenti rispetto a $ 4,9 miliardi nel 2019. Ma questo in un incidente a vita non dovrebbe cambiare gran parte della crescita che ha avuto luogo nel 2010.

Per mettere la crescita dell’ultimo decennio nel contesto, la quantità di investimenti in conto capitale per le fondatori è stata di soli 442 milioni di dollari nel primo trimestre del 2010. e il conteggio degli accordi è stato di 151. Ogni trimestre e anno successivo ha sperimentato una crescita impressionante che raggiunge il picco con i 5,2 miliardi di dollari dei primi trimestri del 2019 e del 2020. Senza la palla curva della pandemia, c’era una grande possibilità che il 2020 sarebbe stato un anno record per finanziamenti per le donne imprenditrici.

Quando le cose tornano ai VC normali, femminili e maschili devono lavorare ancora di più per ottenere più fondatori della capitale di cui hanno bisogno. E richiederà entrambi i loro sforzi per colmare l’enorme divario di finanziamento che attualmente esiste. Ma prima, devono superare un grosso ostacolo per ottenere più decisori nell’ecosistema VC. PitchBook afferma che nel 2019 solo il 12% dei decisori del capitale di rischio negli Stati Uniti erano donne.

Perché i partner generali (GPS) in VC controllano l’uso del capitale, nonché la gestione e le operazioni in una società di venture capital, avere il GPS femminile almeno darà alle donne imprenditrici maggiori possibilità di avere il loro idee ascoltate.

Conclusione

Per le aziende di capitali di rischio che stanno solo investendo una minuscola percentuale di fondatori per soli donne, si stanno perdendo. Quanto si stanno perdendo? Secondo Morgan Stanley, per un po ‘di $ 1 trilione semplicemente trascurando persone di genere e culture diverse. Funzione

: DepositPhotos.com

Video:Le migliori fondatrici finanziate in ogni stato

Reviews

Related Articles