L’indice di fiducia delle piccole imprese della camera statunitense colpisce la pandemia in alto

Ci sono state alcune buone notizie per le piccole imprese in quanto il Metlife e la Camera di commercio degli Stati Uniti hanno raggiunto un massimo dell’era pandemica nell’ultimo trimestre.

Il punteggio dell’indice delle piccole imprese nell’ultimo trimestre è 63,0, che è il punteggio dell’indice più alto dall’inizio della pandemia di Coronavirus. Per confrontare, il punteggio del trimestre precedente era di 56,6, con il punteggio più basso dell’era pandemica che crollava fino a 39,5. Quel punto basso è stato il secondo trimestre del 2020 quando le cose sembravano particolarmente desolate per le piccole imprese.

La Camera di commercio degli Stati Uniti l’indice di fiducia delle piccole imprese colpisce l’era pandemica in alto

Nonostante l’ottimismo del punteggio dell’indice più alto, il rapporto della Camera degli Stati Uniti rileva che il sentimento delle piccole imprese I proprietari e il punteggio dell’indice hanno fluttuato più del solito nell’ultimo anno. Ciò probabilmente indica che le piccole imprese continuano a operare di fronte all’incertezza poiché la situazione pandemica in evoluzione rende difficile la pianificazione per il futuro.

I proprietari di piccole imprese hanno anche espresso preoccupazione per i vincoli della catena di approvvigionamento e la carenza di lavoratori, sebbene l’aumento dell’inflazione fosse la loro principale preoccupazione. Il rapporto afferma che la maggior parte delle piccole imprese cita l’inflazione come una delle principali preoccupazioni, con il modo più comune di compensare per il raccolto dei prezzi che addebitano ai clienti.

Mentre quasi tre quarti dei proprietari di piccole imprese sono preoccupati per l’inflazione, una cifra simile (71%) è ugualmente preoccupata per l’impatto che i prezzi aumentati avranno sulla propria attività.

Cresce l’ottimismo delle piccole imprese

Sebbene l’incertezza del futuro non sia esattamente una situazione ideale per i proprietari di piccole imprese, sembra che molti vedono una luce alla luce al La fine del tunnel e le loro speranze per il futuro sono più ottimistiche di quanto non siano state per qualche tempo.

Il rapporto ha raccolto informazioni sui motivi alla base del crescente ottimismo, dicendo: “I piani di assunzione e di investimento, in particolare, rivelano il crescente ottimismo delle piccole imprese. Circa due su cinque (38%) proprietari di piccole imprese Supponiamo che prevedano di aumentare i livelli di personale, mentre il 42% afferma di prevedere di investire nella propria attività nel prossimo anno, aumentano rispettivamente 10 e 13 punti percentuali, dal 2021 Q3.

Man mano che le piccole imprese affrontano Il futuro, vedono molte sfide. Un quarto (26%) dei proprietari di piccole imprese afferma che la più grande sfida che si aspettano di affrontare in un mondo post-pandemico è le entrate, con l’inflazione (23%) e la conformità Covid-19 (21%) vista come altri problemi di alto livello.

Carenza di manodopera e problemi della catena di approvvigionamento

Il rapporto rivela anche che la maggior parte delle piccole imprese considera le festività natalizie cruciali per i loro profitti, ma la carenza di manodopera e i problemi della catena di approvvigionamento potrebbero impedirli di sfruttare al massimo questo periodo impegnativo dell’anno.

Con il 70% dei proprietari di piccole imprese che afferma che le festività natalizie contribuiscono in modo vitale ai loro profitti annuali, quasi la metà degli intervistati ha dichiarato di affrontare una carenza di lavoratori. Un preoccupante 60% ha anche affermato di aspettarsi che le interruzioni della catena di approvvigionamento rendano difficile massimizzare i propri profitti in questo importante periodo dell’anno.

Video:L’indice di fiducia delle piccole imprese della camera statunitense colpisce la pandemia in alto

Reviews

Related Articles