Miglior PC per videogiocatori: sapere quali sono i migliori nel 2020!

0
48

Comprendere le varie tecnologie di pagamento di oggi non è un compito facile. In effetti, possono essere abbastanza confusi. Quindi, se hai un telefono Samsung, è probabile che tu abbia Google Pay (ex Android Pay) e Samsung Pay sul tuo dispositivo. Queste app hanno lo stesso obiettivo: gestire i tuoi pagamenti mobili. Tuttavia, non sono realmente correlati. D’altra parte, se non hai un telefono Samsung ma stai iniziando a vedere molte pubblicità di Samsung Pay, potresti essere confuso sul perché non puoi averlo.

Quindi, siamo qui per «chiarire» la situazione. In questo modo ti spiegheremo le differenze tra queste due piattaforme di pagamento e ti aiuteremo a scegliere quale usare e di quale preoccuparti.

Google Pay (Precedentemente Android Pay)

Abbiamo già evidenziato le caratteristiche principali di Google Pay in un altro articolo. Quindi qui ci concentreremo su cosa fa Google Pay rispetto a Samsung Pay, con cui è direttamente in competizione.

Google Pay è la «terza possibilità» di Google per i pagamenti mobili. In questo modo, ha sostituito Android Pay, che aveva precedentemente sostituito il vecchio sistema Google Virtual Wallet. Ma proprio come Google Virtual Wallet, Google Pay utilizza l’NFC (Near Field Communication) per trasmettere le informazioni di pagamento tra il tuo telefono cellulare e i terminali di pagamento adeguatamente equipaggiati nei negozi che lo supportano. Carichi tutte le tue carte di debito o di credito nell’applicazione Google Pay una volta e puoi pagare con esse virtualmente usando il tuo cellulare in negozio. Inoltre, vale la pena ricordare che Google Pay richiede che il tuo cellulare abbia una schermata di blocco sicura (default, password, PIN o impronta digitale) per funzionare. Pertanto, le informazioni di pagamento vengono inviate con la massima sicurezza.

Non per tutte le banche

Non tutte le banche o i tipi di carta all’interno di ogni banca sono compatibili con Google Pay, il che causa un po’ di confusione. Google elenca le carte e le banche supportate (approssimativamente), ma dovresti contattare la tua banca prima di essere troppo entusiasta della piena compatibilità. Per esempio, puoi aggiungere una carta, ma dovrai inserire un PIN secondario di autenticazione per pagare con essa. Inoltre, potresti non ricevere premi o punti adeguati dall’emittente della tua carta di credito quando paghi tramite Google Pay finché non sarà completamente compatibile. 

Per confondere ulteriormente le cose, le carte aggiunte in precedenza (Android Pay e Google Virtual Wallet) continueranno a funzionare per un tempo limitato anche se non sono compatibili. È un piccolo «ostacolo», ma il fatto che Google stia lavorando con le banche questa volta è importante, poiché probabilmente non avrai molti problemi nel pagare o visualizzare correttamente le transazioni sugli estratti conto della tua banca o della tua carta di credito.

Altre caratteristiche

Google Pay supporta anche le carte fedeltà e le carte regalo. In questo modo puoi inserirli nell’applicazione Google Pay che li mostrerà sullo schermo del tuo cellulare come un codice a barre che il commerciante potrà leggere. Inoltre, ricorda che puoi aggiungere solo carte fedeltà e buoni regalo di programmi riconosciuti dal sistema. Pertanto, non puoi inserire manualmente un numero casuale o un commerciante come facevi con Google Wallet in passato. D’altra parte, vale la pena notare che Samsung Pay ora supporta anche i buoni regalo.

Google Pay funziona sui cellulari con Android 4.4 e successivi con supporto per NFC e HCE (Host Card Emulation). L’operatore che usi non influisce sulla tua capacità di utilizzare Google Pay. Naturalmente, il problema più grande è trovare negozi che supportino i pagamenti NFC – grandi catene come McDonald’s offrono il supporto, ma è lontano dall’essere adottato universalmente.

Samsung Pay

Samsung ci ha messo un po’ a lanciare la sua piattaforma di pagamento mobile. In questo modo, fino al lancio del Galaxy Note 5 non avevamo molti dettagli sulla piattaforma. Superficialmente, Samsung Pay funziona in modo molto simile a Google Pay. È un’applicazione che ti permette di caricare le tue carte di debito, credito, fedeltà e regalo supportate. In questo modo possono essere emulati usando il tuo telefono per pagare nei negozi.

Come Google Pay, Samsung Pay funziona nei negozi che supportano i pagamenti NFC, ma il suo grande trucco è una tecnologia chiamata MST (Magnetic Secure Transmission), che ha acquisito con l’acquisizione di una società chiamata LoopPay. L’MST permette al tuo telefono cellulare con Samsung Pay di emulare una reale strisciata di carta fisica, il che significa che può funzionare in qualsiasi terminale di pagamento dove puoi strisciare una carta. 

Attivi Samsung Pay sul tuo cellulare e ti autentichi con la tua impronta digitale (o un PIN, se preferisci). Poi tieni il cellulare dove normalmente strisceresti una carta – questo farà sì che il terminale reagisca come se tu avessi strisciato una carta ed effettui il pagamento. Proprio come Google Pay, il pagamento viene effettuato con un numero di carta virtuale e un token di autorizzazione unico. Quindi è super sicuro e non c’è modo che le tue informazioni di pagamento possano essere compromesse.

Non richiede supporto

Effettuare un pagamento in un negozio utilizzando MST non richiede «supporto» da parte del rivenditore allo stesso modo dei pagamenti NFC. In questo modo, se accettano le carte di credito, dovrebbero accettare Samsung Pay. Una grande eccezione sono i lettori di carte che richiedono di inserire la tua carta ed estrarla, come quelli che si trovano in un bancomat, una stazione di trasporto pubblico, un parchimetro e simili – questi tipi di lettori non funzionano con il sistema, quindi avrai ancora bisogno di usare la tua vecchia carta fisica. Un’altra cosa da tenere a mente sono le situazioni in cui stai consegnando la tua carta al rivenditore – come in un negozio dove il commerciante striscia la carta dal tuo lato del bancone o in un ristorante dove la carta viene completamente tolta. (Naturalmente, Google Pay non funziona nemmeno in queste situazioni, ma vale la pena menzionarlo)

Funziona con poche banche

Anche se funziona con più punti vendita, Samsung Pay funziona solo con un piccolo numero di banche e carte rispetto a Google Pay. La piccola differenza qui, è che se puoi aggiungere la tua carta all’app Samsung Pay, avrai esattamente la stessa esperienza di avere una carta. Non c’è una zona grigia, come in Google Pay, dove puoi aggiungere una carta, ma è solo parzialmente compatibile – se riesci ad averla nell’app, funzionerà perfettamente.

Forse il problema più grande (anche se non sorprendente) con Samsung Pay è la compatibilità. Come tale, è compatibile solo con i telefoni Samsung – e presumibilmente con i telefoni Samsung di fascia alta.

FAQ

Galaxy S10 Plus, Galaxy S10, Galaxy S10e, Galaxy S9 Plus, Galaxy S9, Galaxy S8 Plus, Galaxy S8, Galaxy S7 edge, Galaxy S7, Galaxy S6 edge Plus, Galaxy S6 edge, Galaxy S6, Galaxy Note10 Plus, Galaxy Note10, Galaxy Note9, Galaxy Note 8, Galaxy Note 5, Galaxy A9 (2016 e 2018), Galaxy A8 Plus, Galaxy A8, Galaxy A7 (2016 e 2017), Galaxy A6 Plus, Galaxy A5 (2016 e 2017), Galaxy J7 Pro, Galaxy J5 Pro, Galaxy Watch Active2, Galaxy Watch Active, Galaxy Watch, Gear Sport, Gear S3 Classic e Gear S3 Frontier.

1. Per prima cosa, apri l’applicazione Samsung Pay, accedi e poi clicca su «aggiungi carta»;2. Successivamente, registra la tua carta e clicca su «attiva la tua carta»;3. Ora apri l’applicazione della banca e inserisci la tua password per attivare la tua carta;4. Infine, usa il PIN o la Digital per confermare il pagamento al momento dell’acquisto.

Puoi guadagnare punti Samsung Pay Reward acquistando prodotti Samsung dal negozio online di Samsung. Tuttavia, devi pagare i prodotti che vuoi con il tuo account Samsung Pay. Inoltre, puoi guadagnare dei punti utilizzando Samsung Pay quando compri qualcosa in uno dei negozi partner di Samsung.

In breve, possiamo dire di sì!

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova in alto a destra della pagina!