Nik Sanchez sta diventando un’icona per gli artisti autistici

Nik Sanchez ha fatto la storia come il primo attore autistico a interpretare un personaggio autistico in un film originale di Hallmark.

La diciassettenne reciterà nel prossimo film di Lifetime Safe Room , un thriller incentrato sulla vedova Lila Jackson e sul figlio autistico di 14 anni Ian (interpretato da Sanchez).

Se volete continuare a leggere questo post su "Nik Sanchez sta diventando un’icona per gli artisti autistici" cliccate sul pulsante "Mostra tutti" e potrete leggere il resto del contenuto gratuitamente. ebstomasborba.pt è un sito specializzato in Tecnologia, Notizie, Giochi e molti altri argomenti che potrebbero interessarvi. Se desiderate leggere altre informazioni simili a Nik Sanchez sta diventando un’icona per gli artisti autistici, continuate a navigare sul web e iscrivetevi alle notifiche del blog per non perdere le ultime novità.

Seguir leyendo


Dopo che Ian ha assistito a un omicidio, Lila si ritrova coinvolta in una lotta per proteggere suo figlio nascondendosi nella stanza del panico del suo defunto marito, dove lei e suo figlio devono superare in astuzia i loro intrusi e impedire loro di raggiungere il record del crimine.

L'ascesa di Nik Sanchez

Sanchez ha debuttato in un episodio di The Rookie della ABC, dove ha avuto un ruolo ricorrente come Silas March dal 2023.

Dopo essere apparso nel film di Hallmark Christmas, Our Christmas Journey, è diventato il primo attore autistico a interpretare un personaggio con la stessa condizione.

Nel film, Sanchez ha interpretato il ruolo del diciottenne Marcus, che vive con sua madre e lotta per adattarsi allo spettro dell'autismo.

Suo padre ha individuato uno spazio in un programma che aiuta gli adulti come Marcus che lottano con sfide cognitive, aiutandoli ad imparare a vivere come adulti indipendenti.

Mentre Marcus è interessato al programma, sua madre va nel panico, preoccupandosi se sia pronto o meno a vivere lontano da lei.

La famiglia si reca nel nord dello stato per incontrare Marcus mentre è iscritto al programma, dove sua madre è costretta a lottare con i suoi sentimenti per essere quella che ha troppa paura per stare lontano da lui.

Sull'essere un attore autistico

In un'intervista con Monsters Critics , Sanchez discute l'importanza di lasciare che gli attori autistici interpretino personaggi come loro.

Ripensando alla sua incursione nella recitazione, Sanchez ha detto:

“Ho sempre amato i giochi di ruolo e la creazione di personaggi sin da quando ero un ragazzino. Mia madre mi ha messo a scuola di recitazione quando avevo cinque anni, ma allora il mio ADHD era in pieno vigore e ho avuto difficoltà a stare fermo. L'istruttore mi ha detto che non sarei andato bene perché avevo la capacità di attenzione di un moscerino. Voglio dire, non ho mai smesso di giocare di ruolo, ma l'ho fatto solo con la famiglia e gli amici fino a un paio di anni fa".

Non uno da scoraggiare, Sanchez è stato acclamato dalla famiglia e dagli amici mentre ha dato una vera possibilità alla recitazione.

Nik Sanchez mirava a battere le probabilità, dimostrando che l'autismo non era un ostacolo per artisti come lui che speravano di diventare grande a Hollywood.

Holly Robinson Peete, che ha interpretato la madre di Sanchez in Il nostro viaggio di Natale , ha sottolineato l'importanza di scegliere un attore autistico nel film, dicendo:

“Era molto importante per noi trovare un attore con autismo. La rappresentazione è così necessaria. Quando abbiamo trovato Nik, è stato come un jackpot".

Perché gli attori neurotipici devono fare un passo indietro

Attori come Dustin Hoffman, Freddie Highmore e Dakota Fanning hanno tutti ottenuto recensioni entusiastiche per i loro ritratti sullo schermo di personaggi autistici.

Mentre alcuni ritengono che tali attori abbiano reso giustizia ai ruoli, attori autistici come Sanchez hanno espresso la necessità di smettere di assumere attori neurotipici in questi ruoli.

Sfortunatamente, i creativi di Hollywood tendono a mettere da parte chiunque non si adatti alla norma, credendo che sia difficile lavorare con gli attori autistici.

Mentre leggende come Sir Anthony Hopkins, Daryl Hannah e Dan Aykroyd hanno dimostrato il loro valore dentro e fuori dallo schermo, a molti nuovi attori autistici non è stata data l'opportunità che meritano.

Con il suo prossimo ruolo in Safe Space , Nik Sanchez ha la possibilità di dimostrare di poter fare tutto. Un thriller si basa sul silenzio e sull'anticipazione e presentare la storia attraverso la prospettiva di un bambino autistico è l'occasione perfetta per esplorare la natura psicologica del crimine.

Reviews

Related Articles