Pikmin 3 Deluxe: guarda la recensione del gioco!

0
42

Pikmin 3 Deluxe è il tentativo di Nintendo di una versione definitiva di un gioco che merita molto più amore di quello ricevuto la prima volta. Pikmin 3 ha venduto poco più di un milione di copie, il che è ottimo per gli standard di molti giochi, ma non per uno dell’originale Nintendo. In questo modo, Nintendo spera che questa volta il successo della Switch darà al gioco un nuovo pubblico.

Guarda anche la recensione completa di West of Dead!

Le avventure di Alph, Brittany e Charlie

Se non hai giocato la prima volta, Pikmin 3 segue le avventure di tre esploratori chiamati Alph, Brittany e Charlie. Atterrano sul pianeta PNF-404 mentre cercano del cibo da portare nella loro casa/pianeta.  Così, il trio deve perlustrare il pianeta in cerca di sostentamento – usando la popolazione locale di Pikmin per aiutarli. Nel frattempo, cercano anche di localizzare la chiave Cosmic Drive di cui hanno bisogno per lasciare PNF-404 e tornare a casa.

Il primo Pikmin aveva un limite di tempo, che frustrava alcuni giocatori che volevano un po’ più di libertà di esplorazione senza la paura costante che tutto sarebbe andato in fumo alla fine quando il 30° e ultimo giorno fosse scaduto e avessero finito il gioco. Ma Pikmin 2 andò nella direzione opposta e forse di conseguenza diede un po’ troppa libertà: con giorni illimitati e grandi caverne dove il tempo non passava, qualsiasi senso di tensione era completamente sparito.

Pikmin 3 è il perfetto compromesso in stile «Goldilocks». Hai un limite, ma ti affidi ai «frutti». Ogni volta che raccogli un po’ di frutta e la rimandi alla tua nave, farai un po’ di succo. In questo modo, ogni pentola di succo ti permette di sopravvivere un altro giorno, e ci sono circa 100 pentole nel gioco. Questo significa che c’è ancora un punto finale definito dove devi finire il gioco, ma è molto più indulgente del primo gioco.

L’inizio del gioco

All’inizio, i tre protagonisti vanno per la loro strada, ma presto sono insieme e possono andare in altri gruppi. Anche se ci sono puzzle che fanno uso di questa meccanica, sono abbastanza semplici. Addirittura, la maggior parte delle volte, probabilmente preferisci tenere tutti insieme in un unico grande gruppo quando puoi. In teoria, potresti risparmiare tempo dividendo i gruppi e mandandoli a fare cose diverse. Ma di solito ci sono più problemi di quanti ne valga la pena, poiché un gruppo può subire un attacco mentre ti stai concentrando su un altro. C’è una grande eccezione a questo ed è la modalità cooperativa, ma ci arriveremo presto.

Modifiche ai controlli

Chi ha giocato a Pikmin 3 su Wii U noterà che ci sono state diverse modifiche ai controlli. Come tale, i cambiamenti sono arrivati per rendere le cose un po’ meno complicate. Prima, potevi bloccare i nemici e gli oggetti passando il cursore su di essi e tenendo premuto «ZL» per mezzo secondo. Dopodiché, puoi annullarlo premendo nuovamente «ZL». Questo ha aiutato per la maggior parte del gioco. Tuttavia, in luoghi dove c’era molto da fare, a volte poteva essere difficile agganciare l’obiettivo esatto che avevi in mente.

Questa volta, ti agganci semplicemente toccando «ZR» e toccando di nuovo ti permette di passare tra altri obiettivi vicini. Questo significa che se vuoi attaccare un nemico, ma finisci per bloccarti sul frutto che gli sta accanto, puoi semplicemente toccare «ZR» per spostare la tua attenzione sul nemico. Inoltre, l’azione «carica» non è più associata al blocco. Ora puoi semplicemente tenere premuto «X», puntare nella direzione in cui vuoi che si carichino e rilasciare.

C’è anche un nuovo menu che puoi aprire premendo il pulsante «Y». Questo ti permette di passare da un capo all’altro o di licenziare i tuoi Pikmin e dividerli in gruppi. Tutti questi cambiamenti rendono il sistema di controllo migliore di prima, ma migliore non significa perfetto. In questo modo, può essere ancora un po’ difficile da abituarsi all’inizio, soprattutto per coloro che non sono abituati al genere della strategia a tempo.

Richiamo dei suggerimenti

C’è anche una grande aggiunta che infastidisce alcuni giocatori hardcore, ma non è stata progettata per loro: la possibilità di richiamare i suggerimenti premendo il pad direzionale.  Se non hai idea di dove dovresti andare dopo, un semplice tocco aprirà una casella di testo che ti dirà quale dovrebbe essere il tuo prossimo passo, insieme alle frecce sul terreno per indicare la strada e aiutarti ad orientarti.  No, non è essenziale e la maggior parte dei giocatori sarà in grado di cavarsela benissimo senza. Ma per le persone che sono meno interessate ad esplorare e più interessate a fare progressi (o per quelle che sono bloccate), è una caratteristica utile.

La modalità co-op

Infine, c’è la co-op, che è entrata per la prima volta nella modalità storia principale ed è un’aggiunta molto bella al pacchetto. Hai tre capitani da controllare contemporaneamente e solo un paio di mani per farlo. Allora perché non dividere il carico con un amico o un membro della famiglia? L’implementazione non è perfetta al 100% – ci sono momenti in cui siete entrambi lo stesso personaggio e vi guardate come fantasmi – ma è buona e non è affatto un problema. Quando non sei tutto spettrale, però, è una gioia assoluta. L’impulso iniziale è quello di andare in giro come un gruppo, ma in realtà, dovrai dividerti per sfruttare al meglio il tempo limitato che hai ogni giorno.

Funziona esattamente allo stesso modo della Modalità Missione su Wii U, ma ora è per tutta la storia. A volte potresti trovarti in una situazione in cui solo una persona ha delle cose da fare, ma questi casi sono pochi e lontani tra loro, e il giocatore due può anche comportarsi come un personaggio di supporto, costruendo figure Pikmin e raccogliendo frutta mentre il giocatore uno cerca di continuare la storia. Avrai bisogno di fare squadra a volte, ovviamente, ma questo rende la lotta ancora più dolce.

La modalità storia

Accompagnano la modalità storia le missioni – questa include tutte le missioni DLC a pagamento che sono state rilasciate per la versione Wii U – e una nuova opzione chiamata «Side Stories». Il capitano Olimar e Louie appaiono nel gioco principale e le storie secondarie sono divise in due sezioni: un prologo che mostra cosa è successo loro prima degli eventi di Pikmin 3 e un epilogo che mostra cosa è successo dopo i titoli di coda.

Non possiamo «spoilerare» l’epilogo, ma il prologo consiste in una serie di missioni che per lo più rientrano in una routine simile: hai un limite di tempo per portare più frutta possibile alla tua nave al fine di ottenere abbastanza punti per guadagnare una medaglia.  Ottieni almeno una medaglia di bronzo e sbloccherai la missione successiva, ma il divertimento sta nel rigiocare le missioni e cercare di completarle il più velocemente possibile per migliorare la tua posizione nelle classifiche online.

Quindi questo è più o meno Pikmin 3 Deluxe: la modalità storia ha controlli migliorati e può essere più facile o più difficile a seconda dei tuoi gusti, le missioni includono tutti i DLC precedenti e le storie secondarie aggiungono un po’ più di longevità, anche se non sono necessariamente innovative.  Sarebbe negligente da parte nostra non menzionare qualcos’altro, però, ovvero le prestazioni del gioco: se non altro per evitare commenti negativi nei soliti posti.

Le prestazioni del gioco

Sembra che il gioco giri ancora a 720p e 30 fotogrammi al secondo, proprio come su Wii U. Ora, questo ovviamente porterà a commenti immediati di «Nintendo pigra», ma vale la pena tenere a mente alcune cose: in primo luogo, c’è molto da fare in questo gioco, con molti personaggi sullo schermo contemporaneamente e una serie di effetti di trasparenza e riflessione a volte.  Mentre è facile chiedere miglioramenti rispetto alla versione Wii U, senza sapere esattamente come il gioco è stato messo insieme, è impossibile sapere quanto realistica sarebbe questa richiesta.

La cosa più importante da tenere a mente, comunque, è che il gioco non soffre veramente di questo, a parte il fatto che sembra leggermente insipido. Questo è un gioco lento che non ha bisogno di girare a 60 fotogrammi al secondo, e c’è ancora abbastanza dettaglio per essere in grado di vedere perfettamente cosa sta succedendo. Ci sono molti giochi che soffrirebbero con una presentazione a 720p e 30fps, ma questo non è uno di quelli: era un grande gioco su Wii U con quelle specifiche, ed è ancora un grande gioco su Switch.

Sarebbe stato bello vedere un aumento della risoluzione o del frame rate? Certo che sì – siamo anche un po’ delusi. Il modo in cui alcune persone si sono comportate online è come se Nintendo mandasse un esercito di Pikmin a casa tua e gli facesse portare fuori il tuo gatto per gettarlo in un cassonetto. I miglioramenti visivi sarebbero stati grandiosi, ma i miglioramenti sono avvenuti in altre aree e rimangono perfettamente divertenti.

Conclusione

Visivamente, Pikmin 3 Deluxe non si spinge molto oltre la versione originale per Wii U. I suoi cambiamenti sono nel sistema di controllo rinnovato e nell’aggiunta di una nuova modalità Side Stories. Nessuna di queste due cose è necessariamente abbastanza trasformativa da giustificare una doppia immersione se sei perfettamente felice con la tua copia Wii U, ma se sei uno della grande maggioranza che non possiede una copia Wii U, questo aggiornamento per Switch è probabilmente il modo migliore per giocare.

Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!