Più della metà dei proprietari di piccole imprese si aspetta una crescita dei ricavi, riferisce TD Bank

L’ottimismo è elevato tra i proprietari di piccole imprese, con entrate e crescita del personale nella mente di molti negli Stati Uniti, questo è stato uno dei risultati del sondaggio annuale delle piccole imprese della TD Bank, che ha riscontrato che il 53% delle piccole imprese ha pianificato di crescere Nel 2018, rispetto al 46% nel 2017. Il numero di proprietari di piccole imprese che prevede di reclutare più personale è aumentato dal 9% al 22% nello stesso anno.

Il sondaggio ha esaminato i dati di 578 proprietari di piccole imprese e decisori in aziende con un reddito annuo stimato inferiore a $ 5 milioni. Le aziende partecipanti hanno coperto una vasta gamma di settori, tra cui costruzione, IT, vendita al dettaglio, assistenza sanitaria, finanza, produzione, servizi sociali e immobili, tra gli altri.

Per sostenere la crescita, quasi la metà degli intervistati ha dichiarato di aver richiesto credito negli ultimi 12 mesi, con il 71% degli intervistati che ha riportato fiducia che se avessero richiesto credito, sarebbero stati approvati . Una minoranza del 16% dei proprietari di piccole imprese ha dichiarato di essere stata rifiutata il credito in passato a causa delle loro entrate troppo basse.

La ricerca ha anche esaminato laddove le piccole imprese prevedono di reperire il credito, con gli istituti finanziari che sono la scelta primaria per il 71% dei proprietari di piccole imprese. Quando collabora con un istituto finanziario, il 42% degli intervistati ha affermato che la considerazione più importante è che il prestatore comprende la propria attività. Una percentuale significativamente più bassa di piccole imprese (45%) ha dichiarato di utilizzare le carte di credito come mezzo per approvare il credito.

Jay Desmarteau, capo dei segmenti di specialità commerciali presso la TD Bank, ha parlato del clima sicuro delle piccole imprese nel recente annuncio dei risultati del sondaggio.

, ha detto Desmarteau, “è incoraggiante che gran parte dei proprietari di piccole imprese abbia intenzione di cercare credito quest’anno ed espandersi. Le banche possono lavorare con gli imprenditori su soluzioni che abbiano senso per le loro esigenze e fornire approfondimenti su come il credito e il reddito personale e personale possono influire sul loro futuro finanziario.

Il sondaggio ha anche mostrato che le piccole imprese si sentono sicure quando si gestiscono le loro finanze e conti, con il 45% che afferma di essere” estremamente fiducioso “sulla gestione del proprio finanze. Tale fiducia si sente anche tra i proprietari di piccole imprese in relazione al sapere quando assumere nuovo personale, con il 41% che afferma di essere estremamente fiducioso su quando affrontare nuovi dipendenti.

Tale fiducia, tuttavia, non viene ribadito quando si tratta di marketing, con solo il 30% dei proprietari di piccole imprese che si sentono estremamente sicuri delle tattiche di marketing della loro impresa di piccole imprese.

La ricerca ha anche esplorato la posizione delle piccole imprese negli Stati Uniti, confermando la crescita delle imprese a domicilio. Precedenti studi hanno scoperto che sempre più dipendenti americani stanno lavorando in remoto e che la pianificazione flessibile e le opportunità di lavoro a casa sono in cima a un elenco di priorità dei dipendenti quando decidono di assumere o lasciare un lavoro.

Il sondaggio di TD Bank mostra che le piccole imprese stanno riconoscendo la crescente domanda di accordi di lavoro flessibili, con quasi la metà delle piccole imprese che operano da casa. Tuttavia, ciò riduce più redditizio un’azienda diventa, con solo il 5% delle imprese con $ 1 milione o più di entrate annuali in base a casa. La seconda sede più popolare per le piccole imprese è un ufficio permanente, un seminario o una fabbrica, con il 21% delle piccole imprese che operano da queste località.

La pianificazione per la pensione e la sfida di cosa fare quando gli anni imprenditoriali si concludono è stata un altro obiettivo chiave del sondaggio di TD Bank. Il sondaggio ha rilevato che il 52% dei proprietari di piccole imprese non ha ancora un piano per le loro attività quando si ritirano. Quasi il 30% afferma di aspettarsi di passare la propria attività a familiari o colleghi a seguito del loro pensionamento.

Il fatto che oltre la metà dei proprietari di piccole imprese intervistati ammette di non aver creato un piano di pensionamento o di successione commerciale dovrebbe servire da avvertimento”, ha affermato Desmarteau.

Gli imprenditori non dovrebbero contare sulla crescita di oggi per finanziarli in pensione o consentire le sfide quotidiane di gestire un’azienda [per] ostacolare la pianificazione strategica a lungo termine. Lavorare con esperti per Tutte le decisioni finanziarie-dalla fase di start up alla pensione-possono aiutare a mettere una piccola impresa sulla migliore strada per il successo “, ha consigliato Desmarteau.

Il sondaggio dipinge un quadro roseo del clima delle piccole imprese negli Stati Uniti ma che non è privo di sfide. Il messaggio del sondaggio è chiaro; La pianificazione globale è vitale per raggiungere le piccole imprese a crescita sostenuta negli Stati Uniti aspirare a raggiungere.

Foto tramite Shutterstock

Video:Più della metà dei proprietari di piccole imprese si aspetta una crescita dei ricavi, riferisce TD Bank

Reviews

Related Articles