Quali sono i colori terziari, quindi si formano!

I colori primari e il modello colore sottrattivo e additivo (bianco e nero) sono fondamentali per ottenere tutte le sfumature. Senza di loro non ci sarebbero così tante varietà né ci sarebbero colori secondari e terziari. Ecco perché, prima di provare a crearne uno, la prima cosa che devi avere è l'intera gamma di primarie insieme al bianco e nero.

I colori primari sono i più conosciuti, in quanto sono fondamentali per l'elaborazione di altri colori. Ma che dire del terziario? cosa sono e come si identificano? Se vuoi sapere quali sono i colori terziari e tutti i dettagli che li caratterizzano, su OneHOWTO ti consigliamo di continuare a leggere questo articolo.

Potrebbe interessarti anche: Cosa sono i colori neutri Indice

  1. Cosa sono i colori terziari
  2. Quali sono i colori terziari – classificazione
  3. Come realizzare colori terziari con la vernice

Cosa sono i colori terziari

Il legame tra colori primari e terziari è essenziale affinché quest'ultimo possa essere realizzato. Ed è che i terziari sono il risultato dell'accostamento tra un colore primario e uno secondario . Sono anche quelli predominanti in natura, poiché hanno ispirato pittori e molti altri artisti.

L'infinità dei colori terziari li rende fondamentali per la comprensione delle produzioni artistiche , sì, senza dimenticare che derivano dalla mescolanza tra colori primari e secondari. In altre parole, sono colori essenziali, ma allo stesso tempo hanno bisogno della combinazione di altri colori per esistere.

Andando avanti, dovrai dare un'occhiata a questo articolo su cosa sono i colori primari e poi a questo articolo su cosa sono i colori secondari.

Quali sono i colori terziari – classificazione

Dopo aver saputo cosa e come è questa categoria di colori, è importante sapere quali sono. In OneHOWTO presentiamo la seguente classificazione per approfondire le miscele per realizzare colori terziari:

  • La somma di giallo e verde risulta in verde pistacchio .
  • Con la combinazione di arancione e giallo otterrete un giallo uovo .
  • Il viola è il risultato della miscela tra viola e magenta.
  • L' indaco , una delle varietà di blu più scure, si ottiene combinando viola e ciano.
  • La miscela di verde e ciano vi permetterà di ottenere il blu turchese .

L'infinità di colori terziari rende impossibile classificarli tutti, poiché, in pratica, sono sfumature di colore. Altri esempi sono rosso-viola, blu-verde, giallo-arancione, giallo-verde, blu-viola o rosso-arancione.

Si può dire che i colori sono infiniti perché c'è una vasta gamma di miscele e variazioni. Giocare con le proporzioni nelle combinazioni porta a un numero di toni impossibile da calcolare. Quindi è più ragionevole parlare di cerchio cromatico con colori terziari, perché così possiamo averli sotto controllo.

ruota dei colori

La ruota dei colori, detta anche cerchio cromatico, rappresenta i colori in ordine in corrispondenza del loro tono. Sono inclusi sia primario che secondario e terziario. Pertanto, è importante conoscerlo, soprattutto nel caso di artisti e altri professionisti della pittura per elaborare e perfezionare le proprie opere.

Nel cerchio cromatico i colori sono rappresentati anche sfalsati o degradati, dando origine a due tipi di ruote dei colori:

  • Ruota tradizionale : è nota come modello RYG ed è stata elaborata da Goethe nel libro "Teoria dei colori". È un cerchio che contiene 6 colori: rosso, arancione, giallo, blu, viola e verde.
  • Cerchio naturale : i colori che compongono il segmento appartenente alla luce naturale sono distribuiti su una ruota. In questo cerchio sono rappresentati fino a 12 diversi colori con le loro sfumature.

Se vuoi imparare come dipingere un cerchio cromatico, assicurati di visitare questo altro articolo di OneHOWTO.

Come realizzare colori terziari con la vernice

Conoscere quali sono i colori terziari è importante per approfondire le tue conoscenze, ma senza sapere come realizzarli non sarai in grado di sviluppare le tue capacità artistiche. Se hai un progetto in mano e hai bisogno di conoscere il metodo per preparare questi colori, su OneHOWTO ti forniamo questo passo dopo passo:

  1. Acquista contenitori che contengano i colori corrispondenti ai colori primari e aggiungi la quantità di ciascuno che ritieni appropriata a una tavolozza.
  2. Combina le primarie per ottenere le secondarie. Se usi dei pennelli, prova a pulirli dopo ogni miscela in modo che i risultati non siano alterati.
  3. Preparate tutti gli impasti per ottenere i colori terziari di cui avete bisogno. Nel caso del verde pistacchio, unire il giallo al verde in parti uguali.
  4. Per ottenere il giallo d'uovo, mescolare il rosso e il giallo. A seconda del tono e dell'intensità che desideri per questo colore, dovresti aggiungere più rosso o giallo.
  5. Combina viola e magenta per ottenere il viola. Come nel caso dei risultati precedenti, aggiungi più del primo o del secondo in modo che acquisisca il tono di cui hai bisogno.
  6. Con la miscela di viola e ciano otterrete il colore indaco. Aggiungi più viola per rendere più pronunciato il contrasto scuro.
  7. Combinando verde e ciano otterrai un blu turchese. Per renderlo il più leggero possibile, la quantità di ciano dovrebbe essere maggiore.
  8. Se non hai intenzione di utilizzare immediatamente i colori che hai preparato, conservali in barattoli o contenitori diversi per evitare la contaminazione.

Come è stato detto in tutto l'articolo, i colori terziari sono praticamente infiniti, quindi potete realizzare tutte le miscele che volete provare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa sono i colori terziari , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Artigianato e tempo libero.

Reviews

Related Articles