Una conversazione con Brian Colpak: un imprenditore tecnologico di successo

Brian Colpak è un manager esperto, imprenditore tecnologico e fondatore di Continental Global. In precedenza, Brian ha lavorato come managing partner e referente per la gestione dei progetti in grandi aziende. Prima di avviare Continental Global, Brian aveva guidato diverse altre società, tra cui Future Technologies, di cui era Presidente e CEO, riconosciuta come una delle prime 100 aziende in più rapida crescita nel Massachusetts.

Mr. Colpak ha sempre avuto una passione per la tecnologia ed è attualmente impegnato a garantire parte di un progetto imminente a Dubai, dove dirigerà un team di undici membri di dirigenti tecnologici esperti ed ex personale del dipartimento di stato. Questa opportunità è una testimonianza del suo impegno e della sua etica lavorativa in Continental Global.

Brian è un devoto padre di famiglia. Lui e sua moglie Christine hanno avuto la fortuna di avere un bambino, Dereck, a cui è stato diagnosticato l'autismo a 18 mesi. Da quel giorno in poi, il suo obiettivo era aiutare questi bambini speciali e creare una piattaforma per supportare i loro bisogni.

Il Sig. Colpak ha fatto parte del Consiglio dei Consulenti della scuola di suo figlio, il New England Center for Children. Per cinque anni ha sostenuto la scuola con il suo tempo e le sue donazioni.

Brian ha fatto parte dell'Executive Event Committee della scuola per aumentare la consapevolezza e promuovere le donazioni per i bambini con autismo. Gli eventi che ha organizzato includevano la sesta edizione della "Night of Music", dove ha lavorato al fianco del governatore del Massachusetts Charlie Baker e dell'ex governatore del Massachusetts Michael Dukakis.

Parlaci di te.

Mi chiamo Brian Colpak. Sono un uomo d'affari di 57 anni che ha costruito più aziende negli ultimi 25 anni. Ho una moglie e un figlio adorabili a cui tengo e sono ciò su cui mi concentro ogni giorno! Ho due genitori fantastici, Donald e Claire. Hanno rispettivamente 88 e 89 anni e li porto fuori a cena ogni due mercoledì. Sono loro i responsabili del mio successo.

Cosa ti rende diverso dagli altri professionisti nel tuo campo?

Penso che alla mia età – 57 anni – i miei coetanei stiano rallentando! Sento che il meglio è ancora davanti a me. Sono nella stessa forma in cui ero al college e penso che questo mi tenga un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Quanta quota di mercato potenziale puoi raggiungere nei prossimi 3 anni?

Con il team che abbiamo, potremmo raggiungere $ 500 milioni di entrate, forse raggiungendo il 25% di quota di mercato nei prossimi 3 anni.

Qual è stata la parte più importante del tuo percorso professionale?

Finora, direi di essere coerente. L'azienda stessa se lo merita! Ma anche le persone fantastiche con cui ho lavorato: ho imparato così tanto da tutte loro!

Quali sono gli acquisti migliori e peggiori che tu abbia mai fatto?

La mia prima casa sarebbe la migliore. Hai una prospettiva diversa quando sei proprietario di una casa. E il 2° miglior acquisto spetta alla mia prima auto: una Ford Ranchero.

Cosa ti prende troppo tempo?

Dovrei dire il mio telefono. Amo la tecnologia, ma odio essere così accessibile.

Quali tre consigli daresti agli studenti universitari/ai nuovi imprenditori che vogliono diventare imprenditori?

In primo luogo, direi che dovresti essere coinvolto in opportunità che ti appassionano.

Secondo, sii parsimonioso con i tuoi soldi! Stai lontano dall'indebitarsi troppo.

Terzo, lavora con le persone migliori: lavora con le persone che rispetti e che anche loro ti rispettano.

Chi ti ha impressionato di più con ciò che hanno realizzato?

I miei genitori. Mi hanno ispirato a credere sempre che tu possa fare qualsiasi cosa.

Cosa ti spinge ad andare avanti quando è davvero difficile?

Miei coetanei. So quanto lavorano duramente e non voglio deluderli.

In che modo le persone dovrebbero entrare in contatto con te?

In qualunque modo vogliano. Ma preferisco per telefono o, meglio ancora, di persona. Puoi trovare di più su di me sul mio sito web

Reviews

Related Articles