VPN: capire tutto su questo tipo di rete!

0
42

VPN è un’abbreviazione del termine Virtual Private Network, che tradotto in portoghese è Virtual Private Network. Quindi, sarebbe una rete privata che è stata «creata» sull’infrastruttura di una rete pubblica. Per esempio, due computer possono trasferire dati tra loro attraverso una VPN, non richiedendo collegamenti dedicati e reti a pacchetti. È anche molto più sicuro, dato che i tuoi dati non rischiano di essere violati dai criminali informatici.

Guarda anche se i piani per internet mobile negli USA sono migliori che in Brasile!

In breve, la VPN funziona in modo simile ad un firewall, tuttavia, invece di proteggere il tuo computer, sono i tuoi dati ad essere protetti mentre vengono trasmessi su internet. Questa caratteristica lo rende molto attraente per le aziende, specialmente quelle con dati sensibili che preferiscono tenere lontano dal pubblico.

Tuttavia, può essere molto utile per gli utenti individuali che vogliono «nascondere» i loro IP per aggirare alcuni blocchi che esistono nella regione. Per esempio, se vivi in un paese con un governo autoritario e alcuni siti sono vietati dal governo, sarebbe possibile accedere al sito, poiché il tuo indirizzo IP verrebbe sostituito dal provider VPN.

Come utilizzare un servizio VPN?

Questo compito non è così semplice, perché prima di tutto, devi contare con un servizio VPN che abbia dei server nel paese in cui il sito viene rilasciato. In questo modo, se vuoi utilizzare un sito nordamericano che è proibito dove vivi, devi solo utilizzare una VPN che ha punti di uscita negli USA.

Dopo aver trovato un servizio VPN adatto alle tue esigenze, devi accedere alla rete. Per prima cosa, dovrai accedere ad internet nello stesso modo in cui hai sempre fatto. Poi dovrai avviare una connessione al servizio VPN, utilizzando un software specifico.

Questo processo può essere fatto sulle reti Wi-Fi pubbliche, ma non lo raccomandiamo, perché non sono affatto sicure. Tuttavia, dato che i tuoi dati sono in viaggio, saranno protetti con la crittografia, impedendo a chiunque di poter monitorare ciò che fai in rete, come le tue password e i tuoi dati bancari.

Puoi creare una rete VPN a casa tua usando un router, ma è più consigliato pagare per un particolare servizio VPN. Di solito possono garantire la privacy dei tuoi dati e fornire grandi velocità allo stesso tempo. Ricorda che i servizi gratuiti possono anche essere attraenti, tuttavia presentano sempre limitazioni di sicurezza e nei casi più gravi possono raccogliere i tuoi dati, quindi ti consigliamo di evitarli.

Questo tipo di servizio è davvero sicuro?

Non esiste una risposta esatta a questa domanda poiché dipende da una serie di fattori. Per esempio, non tutti i tipi di servizi VPN sono completamente sicuri, poiché si tratta di una rete privata fatta da un’azienda. In questo modo, stai usando un «percorso» diverso che è mantenuto da persone sconosciute.

Pertanto, ti consigliamo sempre di utilizzare i migliori programmi VPN disponibili sul mercato. Inoltre, presta sempre attenzione alla valutazione dei suoi utenti, quindi cerca le recensioni sui forum, sui social network e anche su Google.

Anche se scegli un servizio molto più sicuro di altri, non ti consigliamo comunque di effettuare transazioni finanziarie utilizzando questo tipo di connessione. Anche il trasferimento di dati sensibili dovrebbe essere evitato. Tuttavia, se la tua azienda fornisce tale connessione, puoi ignorare questi avvertimenti.

Come scegliere il servizio VPN?

Una regola di base per rispondere a questa domanda sono i protocolli di sicurezza del servizio. Quindi, dai sempre la preferenza a OpenVPN, poiché è molto sicuro e aggiornato. Una buona alternativa a OpenVPN è L2TP/Ipsec. Inoltre, evita il protocollo PPTP poiché è molto obsoleto.

È anche importante prestare attenzione al numero e alla posizione dei server per il servizio scelto. Infatti, questo è importante per coloro che desiderano accedere ad alcuni contenuti limitati nel tuo paese.

Un consiglio importante è quello di tenersi sempre informati sulle limitazioni del servizio. Vedi sotto le principali limitazioni che dovrebbero essere analizzate prima di assumere qualsiasi servizio:

  • Controlla quanti dispositivi possono essere connessi allo stesso tempo;
  • Guarda se c’è un limite di traffico dati e anche di velocità di internet;
  • Controlla se i dati sono memorizzati in qualche modo;
  • Controlla anche i metodi di pagamento per evitare qualsiasi inconveniente;
  • Guarda cosa succede se la rete VPN si blocca durante la navigazione. Per esempio, ci sono alcuni servizi che hanno una funzione chiamata «kill switch» che ti avverte che il servizio è fuori uso e ti chiede se vuoi ancora continuare a navigare in modo non protetto.

Qual è il miglior servizio?

È complicato arrivare ad una conclusione su quale sia il miglior servizio, quindi ne elenchiamo alcuni che sono interessanti e che possono soddisfare le tue esigenze:

  • Tunnelbear: È un servizio VPN per iOS e PC. Ha un piano gratuito di 500 MB di dati al mese, ma presenta alcuni piani a pagamento. In realtà, quei 500 MB funzionano solo come campione gratuito;
  • Windscribe: è disponibile per telefoni cellulari e PC. Offre un piano gratuito di 10 GB di traffico al mese, tuttavia, il numero di paesi supportati da questo servizio è molto inferiore;
  • Hide.me: è disponibile anche per PC e telefoni cellulari. Offre anche un piano di traffico mensile gratuito di 2 GB.

Se preferisci, puoi anche approfondire la pubblicazione di SurfShark, controlla.

Ti è piaciuto? Usi qualche servizio di rete VPN? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare sull’immagine blu qui sotto!