I migliori film di fantascienza: guarda la lista!

    0
    27

    La fantascienza è uno sguardo su come la vita «potrebbe essere». Tuttavia, non è sempre una «fuga» gradita. In questo modo, alcuni dei migliori e più amati esempi di fantascienza della storia sono definiti dalla visione tetra della vita e della società che sposano. Ma il genere nel suo complesso consiste nel presentare un’immagine leggermente distorta della vita quotidiana che conosciamo. Così oggi abbiamo messo insieme una lista dei migliori film di fantascienza.

    Vedi anche i migliori film Anime!

    Dalle missioni intergalattiche ai thriller post-apocalittici, troverai diversi tipi di film in questa lista, ma tutti legati alla fantascienza. Quindi accendi i tuoi circuiti temporali, entra nel «warp drive» e unisciti a noi in un’avventura attraverso i migliori film di fantascienza di tutti i tempi.

    Star Trek II: L’Ira di Khan

    Star Trek: The Movie, la prima avventura di Star Trek sul grande schermo, era un approccio epico ed esistenziale alla serie. Tuttavia, è stato criticato per non avere abbastanza azione. Così, i produttori l’hanno preso a cuore quando hanno assunto Nicholas Meyer per dirigere un lungometraggio che raddoppia l’eccitazione. Pertanto, Star Trek II: L’ira di Khan è un film più caldo che presenta ancora un’enorme quantità di dramma. 

    Star Trek II: The Wrath of Khan torna indietro nella storia della Serie Originale per trovare un cattivo – Khan – che è più «concreto» e intimidatorio della stragrande maggioranza degli altri antagonisti di Star Trek. Spietato e ferocemente intelligente, la ricomparsa di Khan costringe l’equipaggio dell’Enterprise in formazione a riunirsi più forte che mai, portando la posta in gioco personale a nuovi livelli. E davvero, quando è meglio Star Trek se non quando mette l’umanità dell’equipaggio davanti e al centro?

    RoboCop

    Nessun film incarna il cinema d’azione fantascientifico degli anni 80 come RoboCop. In questo modo, il film era spietato, sfacciato, sanguinoso e intelligente a un livello profondamente «ingannevole». Apparentemente la storia di un poliziotto onesto in un futuro decadente, riportato ad una vita messianica e cibernetica dopo il suo omicidio troppo cruento. Questo è il capolavoro di Paul Verhoeven, un film con strati seri. 

    Una satira selvaggia degli eccessi, RoboCop è tanto esilarante quanto sincero. Pertanto, è tanto intelligente quanto pieno di splatter. Il remake del 2014 ha tentato simili livelli di commento sociale, ma senza il contorto senso dell’umorismo di Verhoeven.

    Guardiani della Galassia

    Guardiani della Galassia è l’unico film di supereroi su questa lista. Beh, questo perché l’approccio sciocco e irriverente di James Gunn al genere conta a malapena come un film di supereroi – ma un’avventura spaziale fantascientifica. In questo modo, non c’è un protagonista super-forte; nessun cattivo con gli occhi laser; solo una squadra di amici «stupidi» che salvano l’universo.

    Dalla scena di apertura ai momenti finali, l’amore dello scrittore e regista James Gunn per il materiale è in mostra «sfacciata». Inoltre, c’è una grande colonna sonora orientata ai fan, ed è sufficiente per rendere questo un film da non perdere.

    Blade Runner 2049

    Il regista Denis Villeneuve rielabora il mondo stabilito dall’originale di Ridley Scott del 1982, lo stravolge per riflettere meglio i dilemmi moderni e lo rende bellissimo. Chi sapeva che avremmo avuto un sequel di Blade Runner così audace come il suo predecessore? 

    Questa volta seguiamo l’agente K (Ryan Gosling), un blade runner della polizia di Los Angeles incaricato di ritirare i replicanti «canaglia», mentre si trova ad affrontare una cospirazione che minaccia tutto ciò che il mondo conosce sulla bioingegneria.

    Il ritorno dello Jedi

    Il ritorno dello Jedi fa una cosa rara per una trilogia conclusiva: raccoglie tutti i fili sciolti della storia e offre una conclusione soddisfacente a tutto ciò che è venuto prima. In questo modo, accadono molte cose: la pace arriva in tutta la galassia (per ora), l’Imperatore è sconfitto (per ora), Han e Leia sono riuniti (per ora) e c’è una grande battaglia per Endor.

    Quindi il modo in cui il film salta tra la lotta padre-figlio, alla guerra di terra degli Stormtroopers contro gli Ewoks, ai combattimenti spaziali condotti da Ackbar e Lando, tutto senza confondere – è un montaggio magistrale. Inoltre, ammettilo, hai amato gli Ewok e la loro musica «yub-nub».

    Eternal Glow of a Mind Without Memories

    La seconda collaborazione del regista Michel Gondry con lo scrittore Charlie Kaufman è esattamente ciò che ti aspetti da questa combinazione di talenti: una meraviglia dolce, divertente, commovente e sentimentale. In questo modo, il film ruota intorno a Joel e Clementine, che si incontrano su un treno e sono immediatamente attratti l’uno dall’altra. Si scopre che hanno avuto una relazione in precedenza, ma i loro ricordi sono stati cancellati dopo una separazione complicata. 

    Inoltre, esplora anche il potenziale del suo concetto oltre la sua storia centrale, rendendolo un film di fantascienza quasi perfetto.

    The Origin

    Prova conclusiva che i blockbuster possono rispettare l’intelligenza del loro pubblico mentre emozionano con scenari spettacolari, «Inception» è un risultato davvero notevole. Così, Dom Cobb (Leonardo DiCaprio) è un «estrattore» che di solito ruba idee sensibili dalla mente dei suoi obiettivi. Ma ora deve piantare un’idea nella testa del suo ultimo «marchio». 

    Come la narrazione operava su più livelli contemporaneamente, così faceva anche la regia, sovrapponendo idee metafisiche con immagini mozzafiato e una narrazione coinvolgente. Quindi, possiamo dire che The Origin è un film che non ha paura di sognare in grande, molto in grande. Tuttavia, se ti sei mai preoccupato di essere intrappolato in un sogno all’interno di un sogno, questo può aumentare quella paura.

    The Arrival

    Ricordi quando Hollywood faceva film epici a grande budget rivolti quasi esclusivamente agli adulti? Denis Villeneuve lo fa. In questo modo, questa è la seconda produzione del regista che appare in questa lista. Quindi The Arrival combina lo spettacolo accattivante del contatto alieno con la storia intelligente e decisamente personale di un linguista reclutato per trovare un modo per comunicare. 

    Privilegiando il dramma «commovente» ed emotivo e la discussione di grandi domande su laser ed esplosioni, la maturità e la raffinatezza di The Arrival – evidenziata da alcune performance formidabili – lo hanno reso uno dei migliori film del 2016. 

    Ritorno al futuro

    Ritorno al futuro rimane uno dei migliori film sui viaggi nel tempo per eccellenza. In questo modo, la causalità confusa, circolare e autocosciente del film è una fantastica impresa di scrittura, ritmo e intelligenza. Ma il concetto elevato è solo una parte di ciò che rende «Ritorno al futuro» un classico. 

    Mentre altri film di fantascienza si imperniano sulla conquista intergalattica o sul salvare interi mondi, la posta in gioco di «Ritorno al futuro» non sarà mai più alta di Marty che protegge la sua famiglia. Inoltre, con così tanta iconografia compressa nella sua durata, è difficile non avere il film di Robert Zemeckis in una lista dei migliori film di fantascienza di tutti i tempi.

    Matrix

    È la vita reale? È solo fantasia? O siamo intrappolati in una simulazione e siamo raccolti per l’elettricità da una razza aliena che ha conquistato la terra e solo uno può salvarci tutti? 

    L’innovativo Matrix delle sorelle Wachowski raggruppa domande filosofiche sull’identità, lo scopo e la realtà in un capolavoro d’azione. In questo modo, gli effetti visivi – tra cui una grande quantità di wire-fu e bullet-time in slow-motion – si distinguono oggi, nonostante abbiano più di 20 anni. 

    E.T.: The Alien

    La maggior parte degli alieni che si schiantano sulla Terra sembrano avere una cosa in mente: il dominio del mondo. Quindi pensa alla «Guerra dei mondi» e a Independence Day – quegli esseri malvagi del mondo esterno che vogliono solo controllare l’umanità. Beh, il classico di Steven Spielberg è poco diverso. In questo modo, ET non solo viene in pace, ma vuole anche tornare a casa sua. 

    ET rimane una «fetta perfetta» di narrativa, e se hai ancora gli occhi asciutti ai titoli di coda, sei ufficialmente una persona senza cuore. 

    Alien – L’ottavo passeggero

    Il capolavoro di Ridley Scott di fusione tra horror e fantascienza è incentrato sull’equipaggio della Nostromo, che viene inviato a investigare una chiamata di soccorso da una nave aliena abbandonata. Tuttavia, le cose vanno terribilmente male quando uno Xenomorfo sale a bordo – e la caccia inizia. 

    L’alieno disegnato da Giger è il mostro più spaventoso che si possa desiderare. La paura va molto più in profondità dei denti e degli artigli. Questa creatura rappresenta un pozzo senza fondo di molteplici strati di orrore «psicosessuale». Inoltre, l’ambiguità visiva della regia di Scott durante l’atto finale è una classe d’arte assoluta in «What’s That in the Shadows?

    Jurassic Park

    Pasticciare con il DNA dei dinosauri e assumere un team informatico incompetente non sarebbe mai finito bene, ma almeno è un film fantastico. In questo modo, il viaggio originale di Steven Spielberg nell’era dei dinosauri è stato amato dai fan per decenni e ha generato molti, molti sequel, anche se nessuno può essere paragonato all’originale. 

    Grazie ad un mix di grandi marionette e dinosauri in CGI come mai il mondo aveva visto nel 1993, gli effetti speciali non sembrano essere invecchiati.

    The Terminator of the Future

    Basso budget, alto concetto. In questo modo, The Terminator of the Future utilizza una moltitudine di generi per raccontare una storia d’amore ambientata in un mondo di macchine. Il film di James Cameron del 1984 ha lanciato Arnold Schwarzenegger come personaggio eponimo, un cyborg mandato indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor (Linda Hamilton), la madre del futuro leader della resistenza John. Dall’altra parte, la resistenza le manda un protettore sotto forma di Kyle Reese (Michael Biehn), che farà di tutto per tenerla al sicuro. 

    The Terminator of the Future, naturalmente, mise James Cameron sulla mappa, dimostrando che le sue abilità nella costruzione del mondo, nello sviluppo dei personaggi e nel genere erano molto buone. Anche se il suo sequel ha il budget più alto, è impressionante assistere all’ingegnosità della produzione.

    L’Impero colpisce ancora

    Non è esagerato dire che l’originale Star Wars ha cambiato il cinema per sempre. In questo modo, il suo mix di avventura, alieni, astronavi, robot, contrabbandieri, «religioni moleste e armi antiche» era diverso da qualsiasi cosa che avevamo visto prima. Fortunatamente per noi, George Lucas aveva molte altre storie da raccontare.

    L’Impero colpisce ancora ha ridefinito ciò che un sequel cinematografico poteva fare – non solo il sequel ha ampliato la galassia che Lucas aveva costruito, ma, sorprendentemente per l’epoca, ha finito per essere solo la parte centrale di una storia molto più ampia. Tutti i film di Star Wars sono stati paragonati all’Impero colpisce ancora, ma nessuno è stato così «scioccante».

    Blade Runner – Il cacciatore di androidi

    Anche se entrambi i film di Blade Runner sono impressionanti, l’originale è considerato il classico. In questo modo, Blade Runner usa il suo concetto alto – un uomo che cerca di capire se le altre «persone» sono in realtà robot – per consegnare un racconto «commovente» che pone domande sull’umanità in un universo nichilista, sintetico e mercificato. 

    Mentre, nel suo nucleo, Blade Runner è una storia poliziesca, gli strati vanno molto più in profondità. Mentre la performance di Harrison Ford ci ancorano al mondo di Ridley Scott, è Roy Batty che ruba tutte le scene. 

    Star Wars – Una nuova speranza

    Star Wars, che fu poi ribattezzato Una nuova speranza, ci introdusse in quella famosa galassia molto, molto lontana, piena di creature adorabili e personaggi spiritosi. In questo modo, un racconto senza tempo del bene contro il male, questo film ha ispirato una generazione di fan e registi. Mentre gli effetti hanno sorpreso tutti, è stata la coesione del mondo che ha davvero impressionato. 

    Mentre la maggior parte della fantascienza dell’epoca era più magica, «Una nuova speranza» presentava un universo sporco che in qualche modo sembrava così reale.  Lucas intreccia il viaggio dell’eroe attraverso l’universo intergalattico, creando un orologio avvincente che rimane amato fino ad oggi. Sì, ci sono stati innumerevoli sequel, spettacoli televisivi, fumetti e videogiochi ambientati nell’universo di Star Wars, ma nessuno di loro può essere paragonato all’originale.

    2001: Odissea nello spazio

    Uscito un anno prima che Neil Armstrong facesse un piccolo passo per l’umanità, «2001: Odissea nello spazio» fece un grande salto per il cinema. L’epopea seminale di Stanley Kubrick – un adattamento del racconto di Arthur C. Clarke La sentinella – abbatte le barriere tra la fantascienza sofisticata e cerebrale e la più accessibile «tariffa» mainstream. In questo modo, semplificare la storia non è un compito facile. Ad un livello base, la maggior parte del film ruota intorno ad una squadra che viaggia nello spazio, solo per avere il loro centro di comando robotico che diventa malvagio. Tuttavia, intorno a questo, vediamo anche la nascita dell’umanità e la nostra evoluzione in qualcosa di più grande. 

    Uno dei film di fantascienza più iconici e influenti di tutti i tempi, 2001: Odissea nello spazio sembra ancora moderno oggi, grazie alla sua incredibile cinematografia e ai suoi effetti. Ogni cornice è un dipinto meravigliosamente dettagliato. Quindi immergiti nel capolavoro di Kubrick e capirai perché questo è il più grande film di fantascienza di tutti i tempi. 

    Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!