Android x86: impara come eseguire applicazioni Android sul tuo PC!

    0
    50

    Android alla fine è diventato il sistema operativo più popolare sui dispositivi mobili. Tuttavia, i sistemi operativi per PC come Windows, Mac o Linux non supportano l’esecuzione nativa delle app Android. Anche se ci sono emulatori come Bluestacks, sono pieni di pubblicità e occupano molto spazio sul tuo PC. Pertanto, in questo articolo, vedremo un modo alternativo per eseguire le applicazioni Android sul tuo PC – usando Android x86 e VirtualBox.

    Vedi anche tutte le versioni Android!

    I prerequisiti: Android x86 e VirtualBox

    Prima di iniziare, ci sono alcune cose che dobbiamo fare:

    • Installare VirtualBox sul tuo PC

    VirtualBox è un programma che ti aiuta ad eseguire diversi sistemi operativi sopra il tuo OS esistente, come Windows, Mac o Linux. Poiché Android-x86 è un sistema operativo completo, dovresti installare VirtualBox in modo da poterlo utilizzare insieme al tuo sistema operativo esistente sul tuo PC.

    Quindi vai avanti, scarica VirtualBox e installalo sul tuo PC.

    • Scarica Android x86

    Puoi scaricare un file ISO di Android-x86 qui. In questo modo, è disponibile in una variante a 32-bit (x86) e 64-bit (x86_64). In questa guida, useremo il file android-x86-6.0-r1.iso, che è l’ultima versione a 32 bit.

    Impostare la macchina virtuale

    Ora, creeremo una macchina virtuale (VM) all’interno di VirtualBox. In questo modo, apri VirtualBox e clicca sull’icona «Nuovo». Poi vedrai una finestra di dialogo che ti chiederà i dettagli della VM. Dagli un nome (chiameremo il nostro «Android») e usa le seguenti impostazioni:

    • Tipo di sistema operativo: Linux;
    • Versione del sistema operativo: Linux 2.6 / 3.x / 4.x (32-bit);
    • Dimensione della memoria: 1024 MB o più;
    • Disco rigido (HD): quando viene richiesta la configurazione del disco rigido, seleziona «Crea un disco rigido virtuale ora» e opta per un file di disco rigido «Allocato dinamicamente». Infine, imposta la dimensione del disco rigido a 10 GB o più.

    Quindi, alla fine, troverai che questa procedura ha creato una nuova VM chiamata «Android» .

    Installazione di Android x86

    Prima di tutto, accendi la VM facendo doppio clic su di essa. Successivamente, ti verrà richiesto di aggiungere un file ISO da avviare. Qui puoi selezionare il file ISO Android x86 che hai scaricato.

    Se questa opzione non appare per te, premi «F12» quando la macchina virtuale si avvia. Successivamente, puoi fare clic con il tasto destro del mouse sull’icona del CD nella barra di stato per aggiungere un file ISO.  Ora, premi il tasto mostrato sullo schermo per avviare il CD. (Nel nostro caso, la chiave è «c».)

    Quando la VM viene avviata, seleziona l’opzione di installazione con le frecce su / giù e premi «Enter» per continuare.

    Creare una partizione

    Ora, devi creare una partizione per installare Android. Pertanto, seleziona l’opzione «Crea / Modifica partizioni». Poi seleziona «No» per non utilizzare GPT.

    Sarai portato ad uno strumento di modifica della partizione basato sul testo. Usa i tasti freccia sinistra / destra per selezionare l’opzione «Nuovo» e premi «Invio». Successivamente, scegli l’opzione «Primario» e premi «Invio».  Inoltre, ti verrà chiesta la dimensione della partizione. L’impostazione predefinita è buona, quindi premi nuovamente «Invio».

    Dato che stiamo per installare un sistema operativo sulla partizione, dobbiamo contrassegnarla come avviabile. Quindi, seleziona l’opzione «Bootable» e premi «Enter». Infine, lo schema di partizionamento sarà come questo:

    Seleziona l’opzione «Scrivi» per salvare i tuoi cambiamenti. Successivamente, dovrai digitare «sì» per confermare. Infine, puoi uscire dall’editor di partizioni utilizzando «Quit».

    Selezionare la partizione e formattare il disco

    Ora, devi selezionare la partizione dove Android x86 dovrebbe essere installato. Di nuovo, l’impostazione predefinita è buona, quindi puoi premere «Invio».

    Successivamente, seleziona il file system «ext4» e seleziona «Sì» per formattare il disco.

    Seleziona «Sì» per installare il bootloader GRUB. Poi seleziona «No» per saltare l’installazione della versione EFI di GRUB poiché non ne avremo bisogno.

    Successivamente, seleziona «Sì» per installare la partizione /system come lettura-scrittura. Questo è molto utile per sperimentare applicazioni basate su root.

    L’installazione richiederà alcuni minuti per essere completata. Quindi, quando ha finito, fai clic destro sull’icona del CD nella barra di stato e seleziona «Rimuovi disco dal drive virtuale». Poi seleziona «Riavvio» e premi «Invio». Se non lo fai, finirai per avviare nuovamente dalla ISO invece che dal disco rigido (se hai già avviato nuovamente dalla ISO, premi semplicemente «Ctrl + R» per forzare un riavvio).

    Infine, quando il riavvio è completo, Android dovrebbe richiedere la configurazione iniziale, proprio come un normale telefono cellulare o tablet.

    La configurazione iniziale

    Potresti incontrare alcune stranezze quando cerchi di configurare Android. Per esempio, quando provi a cliccare sulla finestra, vedrai che il puntatore del mouse non appare. Pertanto, per risolvere questo problema, puoi disabilitare l’integrazione del mouse nel menu «Input».

    Dopo averlo disabilitato, basta cliccare una volta sulla finestra di VirtualBox per utilizzare il mouse. Quando hai finito, premi il tasto «Ctrl» a destra per rilasciare il puntatore del mouse dalla finestra.

    Se il tuo schermo è troppo piccolo per visualizzare completamente la schermata di Android, premi «Ctrl + F + Destra» per andare a schermo intero. D’altra parte, puoi uscire dalla modalità a schermo intero premendo nuovamente «Ctrl + F + Destra». Se la modalità a schermo intero non è di tuo gradimento, puoi utilizzare la «Modalità in scala» premendo «Ctrl + C + Destra».

    Ora puoi completare il processo di configurazione accedendo al tuo account Google. Durante il processo di installazione, potresti ricevere un avviso che dice che non c’è una connessione WiFi. Ma puoi tranquillamente ignorare questo.

    Alla fine del processo, sarai diretto alla schermata iniziale di Android. Ora puoi installare applicazioni dal Play Store e navigare in internet. Mentre la maggior parte delle applicazioni funziona bene, ci può essere un’applicazione occasionale che si rifiuta di funzionare all’interno di Android-x86.

    Conclusione

    Usare Android x86 e ??VirtualBox è un ottimo modo per godere delle applicazioni Android sul tuo PC.

    Ti è piaciuto? Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento. Inoltre, non dimenticare di unirti al nostro gruppo Telegram. Basta cliccare su «Canale Telegram» che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina!